ECONOMIA POLITICA E POLITICA ECONOMICA A - L

Anno accademico 2018/2019 - 2° anno

Obiettivi formativi

  • ECONOMIA POLITICA

    Risorse e mercato(SECS-P/01); Le istituzioni economiche (SECS-P/01)

  • POLITICA ECONOMICA

    Lo stato e il mercato (SECS-P/02); Le politiche di intervento (SECS-P/02)


Modalità di svolgimento dell'insegnamento

  • ECONOMIA POLITICA

    Lezioni frontali

  • POLITICA ECONOMICA

    LF


Prerequisiti richiesti

  • ECONOMIA POLITICA

    Nessuno in particolare

  • POLITICA ECONOMICA

    Conoscenze di base di Microeconomia e Macroeconomia. L'ordinamento didattico non impone propedeuticità agli studenti nella selezione dell'ordine di studio delle discipline. Questo rende possibile a tutti la frequenza del corso e la conseguente opportunità di sostenere l'esame. La politica economica è una disciplina che trae spunto e strumenti dall'analisi micro e macroeconomica. Pertanto si suggerisce, nell'interesse stesso dello studente che voglia impegnarsi proficuamente nello studio al fine di ottenere un consapevole apprendimento, di costituire un robusto background delle conoscenze di base di microeconomia e di macroeconomia. In particolar modo per quanto riguarda le politiche macroeconomiche, seppure durante lo svolgimento del programma si cercherà di fornire tutti gli elementi di ragionamento e gli spunti per seguire fruttuosamente le lezioni, è indispensabile che lo studente si renda conto che per studiare la politica economica dovrà costruire sulle nozioni apprese precedentemente. Il docente è sempre a disposizione degli studenti per suggerire letture integrative di supporto, per rimediare a eventuali lacune che dovessero rendere ostico il percorso formativo per la preparazione all'esame della disciplina.


Frequenza lezioni

  • ECONOMIA POLITICA

    La frequenza non è obbigatoria. Tuttavia è vivamente consigliata ai fini di una migliore comprensione degli argomenti.

  • POLITICA ECONOMICA

    Di norma obbligatoria: in tal senso, si invitano gli studenti a rendersi conto che la frequenza alle lezioni non abbinata allo studio individuale durante il periodo di lezione, in modo da procedere nell’aprendimento di pari passo con lo svolgimento del corso, è altamente sconsigliata.


Contenuti del corso

  • ECONOMIA POLITICA

    RISORSE E MERCATO

    Il corso verte sui seguenti argomenti che coprono i principali temi della Microeconomia: Introduzione alla scienza economica - Le forze del mercato: Domanda e Offerta - La teoria delle scelte del consumatore - Il funzionamento dei mercati e benessere - Il comportamento delle imprese e l'organizzazione industriale - Le strutture di mercato - Il settore pubblico

     LE ISTITUZIONI ECONOMICHE

    Il corso verte sui seguenti argomenti che coprono i principali temi della Macroeconomia: Le principali variabili macroeconomiche - Produzione e Crescita - Il sistema monetario - Moneta e Inflazione - Keynes e il Modello IS-LM

  • POLITICA ECONOMICA

    Stato e Mercato:

    La politica economica e il conflitto*. La teoria normativa della politica economica*. Fallimenti microeconomici del mercato: il potere di mercato; cenni ad esternalità e beni pubblici*. I beni di merito e di demerito e le asimmetrie informative. Distribuzione del reddito e benessere sociale*. Welfare state*. Il livello del reddito aggregato nei modelli di base per l'analisi macroeconomica*.

    Le politiche di Intervento:

    La politica fiscale*. La moneta e la politica monetaria*. L'inflazione e le politiche anti-inflazionistiche*. La curva di Phillips*. Le politiche di crescita e sviluppo*. La bilancia dei pagamenti e i tassi di cambio*. Gli effetti delle politiche macroeconomiche in economia aperta: il modello IS-LM-BP*. Le politiche economiche nell’Unione Europea*. La politica economica nell’era della globalizzazione*.


Testi di riferimento

  • ECONOMIA POLITICA

    RISORSE E MERCATO

    N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015

    Capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 13, 14

     

     LE ISTITUZIONI ECONOMICHE

    N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015

    Capitoli: 20, 21, 22, 26, 27, 30, 31

  • POLITICA ECONOMICA

    Cellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011.


Programmazione del corso

ECONOMIA POLITICA
 ArgomentiRiferimenti testi
1Il funzionamento del sistema economico-1 lez 15/10 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015  
2I grafici e gli strumenti di un economista-2 lez 16/10 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015  
3Come funzionano i mercati-3 lez 17/10 -14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
4Mercati e concorrenza-4 lez 22/10 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015  
5La domanda e l'offerta-5 lez 23/10 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015  
6L'interazione di domanda e offerta-6 lez 24/10 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015  
7L'elasticità-7 lez 30/10 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015  
8Le applicazioni dell'elasticità- 8 lez 31/10 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015  
9La teoria delle scelte del consumatore 1- 9 lez 05/11 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
10La teoria delle scelte del consumatore 2- 10 lez 06/11 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
11L'impresa e i costi di produzione - 11 lez 07/11 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
12Le strutture di mercato 1- 12 lez 12/11 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
13Le strutture di mercato 2- 13 lez 14/11 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
14Mercati, efficienza e benessere- 14 lez 19/11 - 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
15L'economia del settore pubblico- 15 lez 20/11 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
16Allocazioni di mercato inefficienti- 16 lez 21/11 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
17Esternalità e Beni pubblici- 17 lez 03/12 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015  
18I dati della macroeconomia 1- 18 lez 04/12 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
19I dati della macroeconomia 2- 19 lez 05/12 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
20Le fluttuazioni econ. di breve periodo- 20 lez 10/12 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
21Keynes e Il modello della croce keynesiana- 21 lez 11/12 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
22Il mercato dei beni e la cuva IS- 22 lez 12/12 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
23Il mercato della moneta e la curva LM- 23 lez 17/12 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
24Il modello IS-LM- 24 lez 18/12 14.00-16.00N. Gregory Mankiw, Mark P. Taylor. Principi di economia, Zanichelli, SESTA EDIZIONE, 2015 
POLITICA ECONOMICA
 ArgomentiRiferimenti testi
1La politica economica e il conflittoCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap.1 
2La teoria normativa della politica economicaCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 2 
3Fallimenti microeconomici del mercato: il potere di mercato; cenni ad esternalità e beni pubbliciCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap.p. 6, 8, 10 
4I beni di merito e di demerito e le asimmetrie informative. Cellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 11 
5Distribuzione del reddito e benessere socialeCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Capp. 3, 12 
6Welfare stateCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 13 
7Il livello del reddito aggregato nei modelli di base per l'analisi macroeconomicaCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 17 
8La politica fiscaleCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 18 
9La moneta e la politica monetariaCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 19 
10L'inflazione e le politiche anti-inflazionisticheCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 20 
11La curva di PhillipsCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 21 
12Le politiche di crescita e sviluppoCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 25 
13La bilancia dei pagamenti e i tassi di cambioCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 23 
14Gli effetti delle politiche macroeconomiche in economia aperta: il modello IS-LM-BPCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 24 
15Le politiche economiche nell’Unione EuropeaCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 26 
16La politica economica nell’era della globalizzazioneCellini R., Politica Economica. Introduzione ai modelli fondamentali. McGraw-Hill, Milano, II edizione, 2011. Cap. 27 

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • ECONOMIA POLITICA

    La valutazione avviene attraverso una prova scritta che consiste in una serie di domande tese ad accertare la conoscenza da parte dello studente degli argomenti del programma. Per il superamento della prova si richiede sistematicamente di corredare le risposte con opportuni riferimenti grafici.

  • POLITICA ECONOMICA

    Una prova scritta preliminare che, se superata, è seguita da una prova orale. La prova scritta è superata se si risponde in modo sufficiente a due domande fra quelle proposte.

    NOTA: La valutazione dell’esame universitario di Politica Economica non prevede alcun “pacchetto” di conoscenze minime irrinunciabili, dato che l’apprendimento non è rivolto a cultura generale ma ad acquisire validi elementi riconoscibili di specializzazione in un contesto culturale avanzato. Pertanto la valutazione è da ritenersi qualitativa e non banalmente quantitativa.


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

  • ECONOMIA POLITICA

    Le domande poste in sede di esame fanno riferimento al programma del Corso

  • POLITICA ECONOMICA

    1. Perché la BCE è intervenuta con le operazioni di Quantitative Easing per fronteggiare la crisi recente?

    2. In un’Unione Monetaria, quali conseguenze derivano dai differenziali di produttività dei vari paesi?

    3. Spiegare attraverso l’utilizzo del modello IS-LM-BP le possibili politiche di Bilancia dei Pagamenti che possono influenzare l’equilibrio interno.

    4. Quali condizioni preliminari indispensabili sono necessarie affinchè il moltiplicatore del reddito possa operare? Attraverso l’esposizione dei modelli studiati, illustrare i vari casi e misurare i divari di efficacia delle politiche proposte.