STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHE

Anno accademico 2015/2016 - 2° anno

Obiettivi formativi

  • STORIA DEL PENSIERO POLITICO MODERNO
    Lo scopo del modulo è fare acquisire agli studenti la conoscenza dei nodi teorici del pensiero politico moderno e di collegarli agli aspetti istituzionali, sociali ed economici dei secoli XVI, XVII, XVIII .
    Il modulo si prefigge l’obiettivo di sviluppare negli studenti capacità d’analisi dei testi classici del pensiero moderno.
  • STORIA DEL PENSIERO POLITICO CONTEMPORANEO
    Il modulo ha l’obiettivo di fare acquisire agli studenti la conoscenza dei nodi teorici del pensiero politico contemporaneo con particolare riferimento ai concetti di democrazia, liberalismo e socialismo. Il modulo si prefigge l’obiettivo di fare acquisire agli studenti capacità d’analisi dei testi del pensiero politico contemporaneo e capacità critiche e interpretative
  • STORIA DEL PENSIERO COSTITUZIONALE E DELLA DEMOCRAZIA
    Il modulo si prefigge l’obiettivo di sviluppare negli studenti capacità critico-interpretative sul decorso storico- concettuale della democrazia, sul rapporto società civile, democrazia , Stato e di delineare le problematiche nel XX e XXI secolo.

Contenuti del corso

  • STORIA DEL PENSIERO POLITICO MODERNO
    Programma: Metodologie della storia del pensiero politico; nascita dello Stato moderno; analisi del concetto di sovranità e del rapporto tra morale e politica : affermazione moderna dell’individualismo e origine contrattuale della società; revisione del giusnaturalismo e tecniche istituzionali di libertà.
  • STORIA DEL PENSIERO POLITICO CONTEMPORANEO
    Programma : Il liberalismo garantista e il mondo borghese secondo Constant; Tocqueville e la società civile americana; gli utilitaristi, J.S. Mill e la politica; analisi del concetto di potere, Stato, proprietà e libertà nelle diverse forme di socialismo e nel marxismo; temi politici del Novecento.
  • STORIA DEL PENSIERO COSTITUZIONALE E DELLA DEMOCRAZIA
    Il modulo analizza il nodo concettuale della democrazia come democrazia procedurale, partecipativa e associativa, attraverso la focale interpretativa dei modelli di autori contemporanei.


Testi di riferimento

  • STORIA DEL PENSIERO POLITICO MODERNO
    M. D’Addio, Storia delle dottrine politiche, Genova, ECIG, 2002: cap. 10, cap. 11, cap. 13, cap. 15, cap. 17, cap.18, cap. 19, cap. 20.
  • STORIA DEL PENSIERO POLITICO CONTEMPORANEO
    M. D’Addio, Storia delle Dottrine Politiche, Genova, ECIG, 2002: cap. 23, cap. 24, cap. 25, cap. 26, cap., 27, cap. 30, cap. 31, cap. 32.
    B. Constant, La libertà degli antichi paragonata a quella dei moderni, seguito da Profilo del liberalismo di P. P. Portinaro, Torino, Einaudi, 2005

  • STORIA DEL PENSIERO COSTITUZIONALE E DELLA DEMOCRAZIA
    N. Bobbio, Il futuro della democrazia, Torino, Einaudi, 2005; P. Ginsborg, La democrazia che non c’è, Torino, Einaudi, 2006, pp. 21-94.;P. Hirst, Dallo statalismo al pluralismo, Torino, Bollati Boringhieri, 1999, pp. 59-100.
    Lettura consigliata : N. Bobbio, Liberalismo e Democrazia, Milano, Simonelli, 2006;