STORIA E FILOSOFIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE

Anno accademico 2015/2016 - 2° anno

Obiettivi formativi

  • COSTITUZIONALISMO E DEMOCRAZIA. ANALISI TEORICO-FILOSOFICA
    Il modulo si propone di introdurre gli studenti al tema della giustizia delle istituzioni domestiche nelle liberaldemocrazie contemporanee. Usando la ricerca più avanzata della filosofia politica contemporanea, si affronterà il tema di come definire i principi di giustizia fondamentali (ossia meta-costituzionali) che dovrebbero modellare le istituzioni nazionali, facendo dei veloci cenni anche al tema della giustizia internazionale e globale. Gli studenti apprenderanno a formulare, valutare e criticare ragionamenti astratti e complessi e miglioreranno la loro comprensione del modo in cui le istituzioni democratiche realizzano gli ideali di libertà ed eguaglianza di tutti i cittadini.
  • LE ISTITUZIONI ITALIANE FRA '800 E '900
    Il modulo offre una panoramica sull'evoluzione delle istituzioni politiche italiane dall’età napoleonica alla costruzione dello Stato unitario. In questo ambito è previsto l’approfondimento della formazione dell’Unità italiana
  • LE ISTITUZIONI ITALIANE IN ETA' CONTEMPORANEA
    Il modulo si propone di delineare le caratteristiche delle istituzioni italiane nel corso del Novecento. In particolare si analizzeranno le seguenti tematiche: l’età giolittiana, il regime fascista e l’età repubblicana.

Contenuti del corso

  • COSTITUZIONALISMO E DEMOCRAZIA. ANALISI TEORICO-FILOSOFICA
    Il modulo tratterà i seguenti argomenti: a) la rinascita della filosofia politica normativa con John Rawls e il background culturale di Una teoria della giustizia (1971), concetti fondamentali, i due principi di giustizia e la loro giustificazione, il problema della stabilità e la sua revisione in Liberalismo politico (1993), il problema della giustizia internazionale, la critica di J. Habermas a Rawls, le repliche di Rawls.
  • LE ISTITUZIONI ITALIANE FRA '800 E '900
    Il modulo prevede il possesso di conoscenze sulle istituzioni in età moderna, sulla costruzione dello Stato unitario e sulle trasformazioni tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. Al termine delle lezioni lo studente dovrà padroneggiare tali competenze, dimostrando di sapere individuare gli strumenti necessari a specifici temi di ricerca discussi durante il corso.
  • LE ISTITUZIONI ITALIANE IN ETA' CONTEMPORANEA
    Seguendo il metodo del secondo modulo, il terzo prosegue con l’analisi critica dei temi istituzionali nell’Italia contemporanea. In particolare si dedicherà particolare attenzione al regime fascista, alla Costituzione repubblicana e alle trasformazioni istituzionali e amministrative avvenute nella seconda metà del Novecento. L’obiettivo è quello di fornire strumenti utili alla comprensione della complessità dei fenomeni politico-istituzionali.


Testi di riferimento

  • COSTITUZIONALISMO E DEMOCRAZIA. ANALISI TEORICO-FILOSOFICA
    1. V. Ottonelli (a cura di), Leggere Rawls, Il Mulino, Bologna 2010.
    2. J. Habermas, "Reconciliation Through the Use of Public Reason" The Journal of Philosophy Vol. 92, n.3, p.109-131
    3. Political Liberalism. Reply to Habermas The Journal of Philosophy Vol. 92, n.3 (marzo 1995), pp.132-180.
  • LE ISTITUZIONI ITALIANE FRA '800 E '900
    G. Astuto, Storia delle istituzioni politiche. Da Cavour a Renzi, Carocci, Roma (in corso di stampa). Nel corso delle lezioni il docente indicherà le parti da studiare.
    E.G. Faraci, L’Unificazione amministrativa del Mezzogiorno. Le Luogotenenze da Cavour a Ricasoli, Carocci, Roma 2015.



  • LE ISTITUZIONI ITALIANE IN ETA' CONTEMPORANEA
    G. Astuto, Storia delle istituzioni politiche. Da Cavour a Renzi, Carocci, Roma (in corso di stampa). Nel corso delle lezioni il docente indicherà le parti da studiare.
    G. Astuto, Il viceré socialista. Giuseppe De Felice Giuffrida, sindaco di Catania, Bonanno, Acireale-Roma.