STORIA DEL PENSIERO SOCIOLOGICO

Anno accademico 2019/2020 - 2° anno - Curriculum Curriculum unico / L-40

Modalità di svolgimento dell'insegnamento

L'insegnamento sarà svolto attraverso delle lezioni frontali, durante le quali verranno presentati ed approfonditi gli argomenti inseriti nel programma.


Prerequisiti richiesti

Si richiede una buona conoscenza dei temi presenti nel programma di Istituzioni di Sociologia.


Frequenza lezioni

La frequenza alle lezioni non è obbligatoria, come da regolamento didattico d'Ateneo; tuttavia, essa è altamente consigliata per gli approfondimenti che garantirà.


Contenuti del corso

Assunte le categorie fondamentali dell'analisi sociologica nel corso di Istituzioni di Sociologia, il programma di Storia del pensiero sociologico condurrà gli studenti lungo un percorso analitico dedicato alle modalità attraverso le quali le articolazioni concettuali e sostantive in cui si è dispiegato il contributo dei classici hanno inciso sulla profilatura della disciplina. Un particolare riguardo sarà riservato a quegli autori, e tra questi Parsons in primo luogo, che proprio alla classicità hanno guardato per costruire le premesse della teoresi sociologica contemporanea. Più nei dettagli, i contenuti della seconda parte del corso saranno:

La sociologia formale di Simmel: oltre i contenuti per una desostantivizzazione della disciplina. Com’è possibile la società?

La critica allo storicismo. Storicismo e utopismo;

Classicità e formalizzazione concettuale.

La rilettura della classicità: la grande teoria. Parsons e la ricerca di un paradigma teorico unificato;

Epigoni e critici della classicità.


Testi di riferimento

Testo 1) - L. Coser, I classici del pensiero sociologico, Il Mulino, 2006;

Testo 2) - R. Vignera, Teoria e formalizzazione matematica nella tradizione sociologica classica: note di un bilancio controverso, SRS, 114, 2017;

Testo 3) - G. Rocher, Talcott Parsons e la sociologia americana, Sansoni, (dispense fornite dal docente);

Testo 4) - F. Battistelli F. Farruggia, I sentieri della Sociologia. Compendio di Storia del pensiero sociologico, UTET, 2018.



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1La sociologia di Georg Simmel. L’analisi delle forme invarianti della vita sociale;Testo 1: cap. V 
2Il ruolo dell’individuo come produttore e prodotto della società. Com’è possibile la società? Dalla sociazione alla società;Testo 1: cap. V 
3La cristallizzazione delle forme sociali e l’origine del conflitto. La natura parziale della vita sociale. Il ruolo delle scansioni numeriche nella modernità;Testo 1: cap. V 
4L’oggettivizzazione del valore: il denaro. Le contraddizioni dell’estensione dell’uso razionale del calcolo formale. La moda e la vita nelle metropoli;Testo 1: cap. V 
5I riflessi del formalismo simmeliano sulla scuola di Cicago, sull’interazionismo simbolico, sulla teoria di rete;Testo 1: cap. V 
6Storicismo e utopismo. Le profezie dello sviluppo sociale. Storicismo e controllabilità empirica degli asserti;Dispense fornite dal docente 
7Classicità e formalizzazione concettuale. Asserti proposizionali e simbolizzazione verbale;Testo 2 
8Asserti proposizionali e simbolizzazione matematica. Il mathematical modelling nella teoresi sociologica classica;Testo 2 
9La grande teoria: Parsons. La rilettura della tradizione classica. La ricerca di un paradigma teorico unificato. Il realismo analitico come opzione epistemologica. Centralità della componente intenzionale dell’agire umano;Testo 3 
10Agire sociale e prospettiva sistemica. Strutture, funzioni e processi;Testo 3 
11Il sistema generale dell’azione. Il ruolo dei modelli culturali. Istituzionalizzazione e interiorizzazione: Durkheim e Freud;Testo 3 
12Dalla struttura alle funzioni. Il paradigma del cambiamento evolutivo. La gerarchia cibernetica;Testo 3 
13La sociologia post parsonsiana ed i suoi protagonisti; Nuove e vecchie forme di riduzionismo.Testo 4: cap. IV 
14Società e soggettività: Microinterazionismo, Fenomenologia, Etnometodologia.Testo 4: cap. IV 

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’esame consisterà in una prova scritta con domande aperte. Per rispondere ai quesiti lo studente avrà a disposizione max 120 min. Ovvero, con N = numero di domande poste, condizione necessaria, ma non sufficiente, per superare l’esame sarà quella di rispondere a N-1 domande. Naturalmente, il punteggio massimo della valutazione (30/30) sarà acquisito soltanto rispettando il requisito necessario, ma non sufficiente, di rispondere alla totalità dei quesiti. Gli esiti della prova (numero di matricola dello studente e votazione) saranno inseriti nella piattaforma Studium (sezione Documenti) nel più breve tempo possibile, e comunque garantendo il margine di tempo di una settimana dall'inizio dell'appello successivo. Entro 3 (tre) giorni dalla pubblicazione, lo studente dovrà comunicare al titolare dell'insegnamento, attraverso un canale ad ingresso certificato (PEC, Portale UNICT, ecc.) la sua eventuale decisione di ritirarsi dalla prova. Trascorso tale termine l'esame sarà registrato nel verbale elettronico.


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

La sociologia formale di Simmel;

Astrarre forme da contenuti: la desostantivizzazione della sociologia;

La descrizione delle forme e delle loro oggettivizzazioni storiche;

Com’è possibile la società?

La natura solo parzialmente sociale della vita;

La reificazione e la stabilizzazione delle forme sociali;

Tra micro e macro analisi; Il riduzionismo psicologico;

La rilevanza numerica degli assetti sociali;

Modernità e numerabilità; La riscrittura delle relazioni tra qualità e quantità;

L’oggettivizzazione del valore: le virtù dello scambio monetario e i dilemmi legati alla sua estensione;

La moda, la metropoli e la vita dello spirito;

I riflessi del formalismo simmeliano sulla scuola di Cicago, sull’interazionismo simbolico, sulla teoria di rete;

Note di bilancio: Storicismo e utopismo;

Processualità storica e mutamento sociale;

Classicità e formalizzazione concettuale;

Asserti proposizionali e simbolizzazione verbale;

Asserti proposizionali e simbolizzazione matematica;

Modellizzazione, tipizzazione, formalizzazione;

Il mathematical modelling nella teoresi sociologica classica;

La rilettura della classicità: la grande teoria parsonsiana;

La ricerca di un paradigma teorico unificato;

Il ruolo del realismo analitico come opzione epistemologica;

La componente intenzionale dell’agire umano nelle opere di Weber, Durkheim, Marx, Pareto, Marshall;

A partire dal concetto di azione;

Gli elementi strutturali, le funzioni, i processi;

I modelli culturali come elementi strutturali del sistema d’azione;

I fondamenti dell’ordine sociale: oltre l’utilitarismo e lo spontaneismo;

Interiorizzazione e istituzionalizzazione;

Dai modelli culturali alle variabili strutturali;

Dalla struttura alle funzioni;

La gerarchia cibernetica e i processi di trasformazione ordinata;

Far riapparire gli uomini? Epigoni e critici della tradizione parsonsiana;

La riproposizione della contrapposizione tra macro e micro sociologia.