SOCIOLOGIA GENERALE

Anno accademico 2015/2016 - 1° anno - Curriculum Curriculum unico / L-40

Obiettivi formativi

  • CULTURA E SOCIETÀ
    Gli obiettivi formativi associati allo svolgimento del primo modulo si delineano come realizzazione di un piano di studio volto a presentare alcuni dei più importanti temi istituzionali della sociologia nelle diverse configurazioni che questi hanno assunto rispetto a quelli di altre scienze sociali, con particolare riguardo alla loro profilatura teorica e metodologica.

  • ISTITUZIONI E MUTAMENTO SOCIALE
    Anche gli obiettivi formativi associati allo svolgimento del secondo modulo prevedono la realizzazione di un piano di studio volto a presentare alcuni importanti temi istituzionali della sociologia nelle diverse configurazioni che questi hanno assunto rispetto a quelli di altre scienze sociali, con particolare riguardo alla loro profilatura teorica e metodologica.
  • DIFFERENZIAZIONE E DISUGUAGLIANZA
    Nell’ambito dei temi istituzionali della sociologia, il modulo intende istruire lo studente sui caratteri che contraddistinguono i processi di differenziazione e disuguaglianza sociale con riferimento specifico ai processi di differenziazione e diseguaglianza di genere, di età, razziale ed etnica. Il corso persegue l’obiettivo di favorire nello studente l’acquisizione di competenze teoriche e metodologiche che lo mettano in grado di analizzare con appropriatezza i processi in questione nella società contemporanea.
  • INCLUSIONE E INTEGRAZIONE SOCIALE
    Il modulo intende offrire allo studente le coordinate teoriche necessarie ad interpretare le modalità di gestione delle differenze culturali che le società occidentali hanno concettualizzato di fronte a processi migratori sempre più intensi quale conseguenza di un sempre più pervasivo processo di globalizzazione. La formazione acquisita dovrà conferire allo studente una capacità di 1) analisi critica degli attuali problemi connessi all’articolazione del rapporto tra identità ed alterità, tra integrazione sociale ed istanze di riconoscimento identitario 2) progettazione di ricerche empiriche sul tema trattato.

Prerequisiti richiesti

  • CULTURA E SOCIETÀ

    Non si richiedono prerequisiti specifici, se non quelli normalmente associati al possesso di una buona preparazione nelle materie scientifiche e letterarie presenti nei programmi degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado.


Frequenza lezioni

  • CULTURA E SOCIETÀ

    La frequenza alle lezioni non è obbligatoria, secondo quanto previsto dal Regolamento didattico.


Contenuti del corso

  • CULTURA E SOCIETÀ

    Gli elementi della cultura e la loro rilevanza per l’agire sociale; la nozione di struttura sociale; il concetto sociologico di attore sociale individuale e collettivo, le varie fasi del processo di socializzazione, l’interazione sociale.

  • ISTITUZIONI E MUTAMENTO SOCIALE

    Le norme e le istituzioni, il comportamento deviante, la stratificazione e la mobilità sociale, la secolarizzazione e i fondamentalismi religiosi.

  • DIFFERENZIAZIONE E DISUGUAGLIANZA
    In una prospettiva interdisciplinare e soprattutto in rapporto a teorie di matrice biologica, il percorso didattico prevede un approfondimento delle principali teorie sociologiche nella cui cornice i processi di differenziazione e e diseguaglianza sociale hanno trovato spiegazione e della configurazione da essi assunta nella società contemporanea. Nello specifico saranno esaminati i seguenti aspetti: A) la distinzione tra sesso e genere; essenzialismo e costruttivismo sociale; la divisione sessuale del lavoro e lo status delle donne nelle società antiche e moderne; le trasformazioni nel tempo e nello spazio delle disuguaglianze di genere; B) il significato sociale delle diverse età; la stratificazione sociale per età; le fasi del corso di vita dall’infanzia alla vecchiaia e variabilità del loro significato in diverse epoche e società; C) Distinzione tra il concetto di razza ed etnia; razza: biologia o costruzione sociale?; Le dottrine razziste; le discriminazioni razziali nella società moderna; etnia e nazione; concetto di società e di stato a base multietnica e multinazionale. Le tematiche trattate appaiono propedeutiche all’apprendimento dei contenuti del quarto modulo.
  • INCLUSIONE E INTEGRAZIONE SOCIALE
    Il corso i temi dell’inclusione e dell’integrazione sociale nelle moderne società occidentali multietniche. A tale fine saranno pertanto analizzati diversi modelli di relazione con le minoranze culturali: asservimento, genocidio, trasferimento, fino ai più attuali modelli di inclusione sociale come l’assimilazionismo, il pluralismo, il multiculturalismo (nella versione comunitarista e pluralista) e l’interculturalismo. In particolare saranno esaminate le diverse concezioni delle basi della solidarietà sociale sottese ai più recenti modelli di inclusione sociale e confrontate le loro rispettive implicazioni in riferimento alla salvaguardia dell’integrazione sociale, di fronte a processi migratori in costante aumento e soprattutto di matrice islamica. A questo riguardo, il corso riflette sul rapporto tra i fondamenti dell’identità culturale occidentale (pluralismo, diritti individuali, democrazia, laicità) e quelli dell’identità culturale islamica (assenza di laicità, diritti collettivi, individualismo olistico) con la sua deriva fondamentalista. E confronta infine le prospettive multiculturaliste di inclusione sociale del neotradizionalismo islamico con la visione pluralista dell’Islam liberale, sottolineando le loro implicazioni sui processi di integrazione sociale.

Testi di riferimento

  • CULTURA E SOCIETÀ

    Testo 1: Bagnasco A. Barbagli M. Cavalli A., Corso di Sociologia, Il Mulino, Bologna, 2012; Introduzione, cap: III, V, VI.

  • ISTITUZIONI E MUTAMENTO SOCIALE

    Testo 1: Bagnasco A. Barbagli M. Cavalli A., Corso di Sociologia, Il Mulino, Bologna, 2012, cap: IV, VIII, XI.
    Testo 2: Giddens A. Sutton P., Fondamenti di Sociologia, Il Mulino, Bologna, 2014, cap: IX.

  • DIFFERENZIAZIONE E DISUGUAGLIANZA
    Bagnasco A., Barbagli M., Cavalli A., Corso di Sociologia, Il Mulino, Bologna, 2012, Cap. XIII, XIV, XV.
  • INCLUSIONE E INTEGRAZIONE SOCIALE
    Sartori G, Pluralismo, multiculturalismo ed estranei, Bur, Milano, 2010.
    Donati P , Oltre il multiculturalismo, Laterza, Roma, 2008, pp.3-19.
    Guolo R., L’islam è compatibile con la democrazia?, Laterza, Roma, 2007, pp.77-137.
    Testi di approfondimento:
    Souad Sbai, L’inganno. Vittime del multiculturalismo, Cantagalli, Siena, 2010.
    Bassam Tibi , Euro-Islam. L’integrazione mancata, Marsilio, 2003.
    Salem E.M., Berti F., Lezioni di cultura islamica, Cantagalli, Siena, 2003.
    Samir Khalil, Islam, Cantagalli, 2008.

Programmazione del corso

CULTURA E SOCIETÀ
 *ArgomentiRiferimenti testi
1*1) I grandi temi dell’indagine sociologica: l’ordine, il conflitto, l’azione e la struttura sociale.Testo 1: Introduzione 
2*2) Micro e macro sociologia: gli effetti non intenzionali dell’agire sociale.Testo 1: Introduzione 
3*3) Teoria e ricerca empirica. Sistemi concettuali e teorie di medio raggio. Tipologie di ricerche empiriche.Testo 1: Introduzione 
4*4) Le forme elementari di interazione. Azione, relazione ed interazione sociale. Sistemi di interazione e di interdipendenza.Testo 1: cap. III 
5*5) Status e ruoli. I gruppi sociali e le loro proprietà; Il paradosso di Olson; Il concetto di free rider.Testo 1: cap. III 
6*6) I concetti di potere e autorità. Il conflitto sociale e le sue diverse tradizioni interpretative.Testo 1: cap. III 
7*7) Il comportamento collettivo. Reti e capitale sociale. L’analisi della vita quotidiana.Testo 1: cap. III 
8*8) Gli elementi della cultura e l’evoluzione culturale. Concetti, relazioni, valori e norme.Testo 1: cap. V 
9*9) Norme e istituzioni. Tipologie di norme. L’ideologia e le sue funzioni.Testo 1: cap. V 
10*10) Socializzazione e identità. Tra natura e cultura. Socializzazione primaria e secondaria.Testo 1: cap. VI 
11*11) Socializzazione primaria. Attaccamento, reciprocità, determinazione dei modelli d’agire. Apprendimento formale e interiorizzazione.Testo 1: cap. VI 
12*12) Socializzazione secondaria: la specificità dei ruoli e delle mansioni. Socializzazione secondaria, classi sociali e gruppi etnici.Testo 1: cap. VI 
* Conoscenze minime irrinunciabili per il superamento dell'esame.

N.B. La conoscenza degli argomenti contrassegnati con l'asterisco è condizione necessaria ma non sufficiente per il superamento dell'esame. Rispondere in maniera sufficiente o anche più che sufficiente alle domande su tali argomenti non assicura, pertanto, il superamento dell'esame.

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • CULTURA E SOCIETÀ

    L’esame consisterà in una prova scritta con domande aperte. Ovvero, con N = numero di domande poste, condizione necessaria, ma non sufficiente, per superare l’esame sarà quella di rispondere a N-1 domande. Naturalmente, il punteggio massimo della valutazione (30/30) sarà acquisito soltanto rispettando il requisito necessario, ma non sufficiente, di rispondere alla totalità dei quesiti.


Prove in itinere

  • CULTURA E SOCIETÀ

    La prova d’esame intermedia, prevista alla fine dello svolgimento dei primi due moduli del corso, sarà aperta a tutti gli studenti regolarmente iscritti. Consisterà in una prova scritta con 6 (sei, tre per ciascun modulo) domande aperte alle quali si dovrà rispondere nell’arco di 2 (due) ore. Condizione necessaria, ma non sufficiente, per superare la prova sarà quella di aver risposto ad almeno 5 (cinque) domande.


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

  • CULTURA E SOCIETÀ

    La sociologia e le altre scienze sociali: la soluzione gerarchica, quella residuale e quella formale;

    Le origini della disciplina: la rivoluzione scientifica e la rivoluzione industriale;

    Il fondamento dell’ordine sociale e il problema del mutamento: i modelli organicistici e funzionalistici;

    Mutamento sociale e lotta di classe: la teorizzazione marxiana;

    Weber: conflitto e ordinamenti sociali;

    Azione e struttura sociale: individualismo e olismo metodologico;

    Gli effetti non intenzionali dell’agire sociale: dall’azione alla struttura, dal livello micro al livello macro;

    I legami tra teoria e ricerca empirica;

    I grandi schemi concettuali e le teorie di medio raggio;

    Le ricerche esplicative e le ricerche descrittive;

    Il concetto di azione sociale: la tipologia weberiana;

    La rilevanza della definizione della situazione da parte degli attori sociali: il teorema di Thomas;

    Dall’azione alla relazione sociale: una diversa unità elementare dell’analisi sociologica;

    Dalla relazione all’interazione sociale;

    I gruppi sociali e le loro proprietà relative alla dimensione, ai confini e alla loro struttura;

    Status e ruoli. Differenziazione e densità sociale;

    Ruoli specifici e ruoli diffusi;

    Gruppi primari e gruppi secondari; gruppi formali e informali;

    Il concetto di potere e di autorità: la definizione weberiana e le sue implicazioni teoriche;

    Il conflitto sociale e le sue proprietà formali: Simmel e Coser;

    Gruppi e comportamento collettivo: tratti differenziali;

    Panico, folla e pubblico: tre diversi esempi di comportamento collettivo;

    Le reti sociali, i loro caratteri e le loro configurazioni;

    La sociologia della vita quotidiana: le regole degli eventi in compresenza;

    La prospettiva goffmaniana e le sue metafore: ribalta, retroscena, delatori e compari;

    L’organizzazione sociale: relazioni formali e informali;

    Il concetto di capitale sociale e le sue relazioni con le varie forme di organizzazione sociale;

    I valori: le caratteristiche di una categoria concettuale fondamentale per l’analisi sociologica;

    Valori universali e valori particolari;

    Valori e sistemi di valori: integrazione e dilemmi etici;

    Dai valori alle norme: due livelli analitici concernenti l’orientamento dell’agie;

    L’adeguamento nei confronti delle norme: aspettative e sanzioni;

    Tipologie di norme: regole, norme giuridiche, norme sociali, buone maniere, codici deontologici;

    Norme costitutive e norme regolative;

    Dalle norme alle istituzioni: modelli di comportamento e controllo sociale;

    L’apprendimento delle norme sociali: apprendimento formale e interiorizzazione; le norme morali;

    Il processo di istituzionalizzazione ed i fattori che ne determinano le sue varie forme ed i suoi vari gradi;

    Gli universali culturali;

    Funzioni e istituzioni: il modello AGIL;

    Socializzazione e riproduzione sociale: la trasmissione dell’eredità culturale;

    Gli elementi della cultura: forme di conoscenza, fonti di significato, valori, forme espressive;

    L’evoluzione culturale: invenzione, accumulazione, diffusione e adattamento;

    Competenze sociali di base e competenze sociali specifiche;

    Socializzazione, ereditarietà e innatismo;

    Socializzazione e apprendimento;

    Socializzazione e identità;

    Socializzazione e personalità di base;

    Socializzazione e fasi di vita;

    Socializzazione e classi sociali;

    Socializzazione primaria, attaccamento e reciprocità;

    Socializzazione secondaria: il concetto di role set;

    Socializzazione e mezzi di comunicazione di massa;

    Le principali teorie sullo sviluppo della personalità;

    La socializzazione continua;

    I meccanismi psicologici della socializzazione;