STORIA DELLO STATO E DELLE ISTITUZIONI POLITICHE ITALIANE

Anno accademico 2015/2016 - 1° anno

Obiettivi formativi

  • IL SISTEMA POLITICO DELL'ITALIA REPUBBLICANA
    Obiettivo del modulo è la comprensione delle dinamiche di crollo, transizione e consolidamento degli Stati, con particolare riferimento al caso italiano. Nello specifico, verranno prese in esame le vicende politiche ed istituzionali che caratterizzano il passaggio dalla dittatura fascista allo Stato democratico: in che modo si attua la transizione? Quali classi dirigenti transitano dal vecchio al nuovo regime? Qual è il ruolo della burocrazia e dell’amministrazione nella transizione? In che modo queste vicende influenzano i futuri equilibri del sistema politico repubblicano?
  • INTERVENTO PUBBLICO E MEZZOGIORNO
    Obiettivo del modulo è la ricostruzione delle radici politiche ed identitarie dello Stato italiano, attraverso una riflessione sul crollo delle compagini preunitarie – ed in particolare del Regno delle Due Sicilie – e sulle complesse vicende di State e Nation building che caratterizzano il periodo dell’unificazione. Come e perché crolla lo Stato borbonico? In che modo si attua la transizione a quello italiano? In che modo le modalità di ricostruzione istituzionale influenzano la vita dello Stato liberale? E quanto incide il peso delle identità preunitarie e della Questione Meridionale?
  • LE AUTONOMIE LOCALI: REGIONI PROVINCE E COMUNI NELLA STORIA D'ITALIA
    L’obiettivo del modulo si propone di trasmettere le nozioni principali della storia italiana in età contemporanea, con particolare riferimento al funzionamento degli ordinamenti locali. A conclusione del ciclo di lezioni lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato e consolidato le sue competenze di base in relazione al tema specifico dei processi istituzionali.

Contenuti del corso

  • IL SISTEMA POLITICO DELL'ITALIA REPUBBLICANA
    Il modulo approfondirà gli elementi di continuità e quelli di rottura tra regime fascista e Stato democratico, ma tratterà anche i principali avvenimenti che costellano la vita della Repubblica italiana dal secondo dopoguerra agli anni ’70. Il crollo degli apparati totalitari, la ricostruzione democratica, la rinascita dei partiti e le vicende dell’Assemblea Costituente si accompagneranno ad una riflessione sul sistema politico degli anni ’50 e ’60.
  • INTERVENTO PUBBLICO E MEZZOGIORNO
    Il modulo approfondirà la crisi dello Stato borbonico a partire dagli anni ’50 del XIX secolo ed i tentativi di modernizzazione messi in atto dalla monarchia nel periodo 1857-1860. Verranno studiate, inoltre, le vicende politiche, diplomatiche e militari che caratterizzano il crollo dello Stato e le misure di governance attuate dalla Dittatura garibaldina e dalle Luogotenenze piemontesi. Sarà approfondito, infine, il contesto politico e sociale del Mezzogiorno a cavallo dei due Regni.
  • LE AUTONOMIE LOCALI: REGIONI PROVINCE E COMUNI NELLA STORIA D'ITALIA
    Il corso affronta l’evoluzione deli enti locali dalla costruzione dello Stato unitario alla Repubblica. In particolare saranno studiati il sistema accentrato, il dibattito sulle autonomie nel corso dell’età liberale, il sistema podestarile durante il fascismo, l’istituzione delle Regioni nel secondo dopoguerra fino alla legge 142 del 1990.

Testi di riferimento

  • IL SISTEMA POLITICO DELL'ITALIA REPUBBLICANA
    • G. Barone, Storia d’Italia. Dallo Stato liberale alla Repubblica, dispensa scaricabile dal portale http://studium.unict.it ;
    • P. Ginsborg, Storia d'Italia dal dopoguerra a oggi, Einaudi, Torino 2014 (capp. I-V).
  • INTERVENTO PUBBLICO E MEZZOGIORNO
    • S. A. Granata, Un Regno al tramonto. Lo Stato borbonico tra riforme e crisi (1858-181), Carocci, Roma 2015.
  • LE AUTONOMIE LOCALI: REGIONI PROVINCE E COMUNI NELLA STORIA D'ITALIA
    G. Astuto, Storia delle istituzioni politiche. Da Cavour a Renzi, Carocci, Roma (in corso di stampa). Nel corso delle lezioni il docente indicherà le parti da studiare.
    P. Aimo, Stato e poteri locali in Italia dal 1848 a oggi, Carocci, Roma 2010.