DIRITTO DELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI E DIRITTI INDIVIDUALI NEGLI OBIETTIVI DELLE NAZIONI UNITE DI SVILUPPO SOSTENIBILE

Anno accademico 2021/2022 - 1° anno

Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Sono tenute lezioni frontali in cui saranno spiegati e commentati i 17 Obiettivi adottati nel 2015 dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sullo Sviluppo sostenibile.


Prerequisiti richiesti

E' preferibile una conoscenza dei concetti basilari dell'ordinamento giuridico internazionale e delle dinamiche principali delle relazioni internazionali.


Frequenza lezioni

Non obbligatoria.


Contenuti del corso

Il corso è articolato nell'illustrazione di atti e documenti, soprattutto internazionali ma anche nazionali, che accompagnano l'attuazione progressiva dell'Agenda 2030.


Testi di riferimento

1) F. Salerno, Diritto internazionale - Principi e norme, IV edizione, Wolters Kluwer, 2017: Cap. IV, L'organizzazione internazionale, pp. 113-152

2) C. Focarelli, La persona umana nel diritto internazionale, Il Mulino, 2013: Cap. 2, Teoria dei diritti umani, pp. 41-56

3) A. Comba (a cura di), Neoliberismo internazionale e Global Economic Governance - Sviluppi istituzionali e nuovi strumenti, II edizione, Giappichelli, 2013: Cap. II, O. Porchia, Gli attori nel processo di globalizzazione dell'economia, pp. 41-67

4) A. Ligustro e G. Sacerdoti (a cura di), Problemi e tendenze del diritto internazionale dell'economia - Liber amicorum in onore di Paolo Picone, Editoriale Scientifica, 2011: G. Venturini, Diritto allo sviluppo e obiettivi del Millennio nella prospettiva della tutela dei diritti umani, pp. 175-188; P. De Sena, Fondo Monetario Internazionale, Banca Mondiale e rispetto dei diritti dell'uomo, pp.829-858

5) C. Di Turi, Dopo i «Millennium Development Goals»: la cooperazione internazionale allo sviluppo tra ONU, OMC e Unione europea, in Ordine internazionale e diritti umani, 2016, pp. 303-315

6) M. Montini, L'interazione tra gli SDG's ed il principio dello sviluppo sostenibile per l'attuazione del diritto internazionale dell'ambiente, 8 maggio 2019, in www.federalismi.it

7) S. Di Benedetto, Sovranità dello Stato sulle risorse naturali e tutela degli equilibri ecologici nel diritto internazionale generale, Giappichelli, 2018: Introduzione, Agire umano, ecologia e diritto, pp. 1-15; Cap. I, La sovranità dello Stato come dimensione e confine della tutela ambientale, Sezione II - Il principio di sovranità permanente dello Stato sulle risorse naturali, pp. 43-86 (fino a paragrafo 13);Cap. III, Gli interessi ecologici comuni come limite interno della sovranità territoriale e la teoria dell'abuso del diritto, pp. 227-268; Conclusione, pp.269-272

8) S. Negri, Salute pubblica, sicurezza e diritti umani nel diritto internazionale, Giappichelli, 2018: Cap. II, Il diritto alla salute nel diritto internazionale, pp. 60-74; Cap. III, Salute pubblica e diritti fondamentali, pp. 101-133

9) S. Negri, La sicurezza alimentare tra sfide globali e diritti emergenti, in Iura & Legal Systems, 2015, C (16), pp. 220-228

10) C. Morini, Il diritto al cibo nel diritto internazionale, in Rivista di diritto alimentare (AIDA), gen-mar 2017, pp. 35-47, www.rivistadirittoalimentare.it

11) E. Cimiotta, L'uso della forza nei rapporti tra Nazioni Unite e organizzazioni regionali e sub-regionali, Jovene Editore, Napoli, 2018: Cap. I, Introduzione, pp. 1-17; Cap. IV, Autonomia funzionale e rapporti 'triangolari' tra Nazioni Unite e organizzazioni regionali e sub-regionali, pp. 180-199; pp.216-247 (paragrafi da 5 a 8); pp.255-275 (paragrafi 10 e 11 e Conclusioni).

Formano parte integrante del programma la Risoluzione dell'Assemblea generale dell'ONU A/RES/70/1 del 21 ottobre 2015, Trasformare il nostro mondo: l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, unitamente ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile che la compongono.



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
110.03.2022: Introduzione alla comunità internazionale contemporaneaF. Salerno, Diritto internazionale - Principi e norme, IV edizione, Wolters Kluwer, 2017: Cap. IV, L'organizzazione internazionale, pp. 113-152 
211.03.2022: Le OI. Le Nazioni UniteF. Salerno, Diritto internazionale - Principi e norme, IV edizione, Wolters Kluwer, 2017: Cap. IV, L'organizzazione internazionale, pp. 113-152 
317.03.2022: La Dichiarazione del Millennio del 2000C. Focarelli, La persona umana nel diritto internazionale, Il Mulino, 2013: Cap. 2, Teoria dei diritti umani, pp. 41-56 
424.03.2022: L'Agenda 2030: introduzioneF. Salerno, Diritto internazionale - Principi e norme, IV edizione, Wolters Kluwer, 2017: Cap. IV, L'organizzazione internazionale, pp. 113-152; C. Focarelli, La persona umana nel diritto internazionale, Il Mulino, 2013: Cap. 2, Teoria dei diritti umani. 
525.03.2022: L'Agenda 2030: criteri e paradigmiF. Salerno, Diritto internazionale - Principi e norme, IV edizione, Wolters Kluwer, 2017: Cap. IV, L'organizzazione internazionale, pp. 113-152; C. Focarelli, La persona umana nel diritto internazionale, Il Mulino, 2013: Cap. 2, Teoria dei diritti umani. 
631 marzo 2022: Agenda 2030, un approccio integratoAgenda 2030 
77 aprile 2022: The right to developmentUNGA Res., A/RES/76/163 
88 aprile 2022: La parità di genereAgenda 2030, analisi incrociata dei SDG's 
914 aprile 2022: FMI, Banca Mondiale e diritti umaniA. Ligustro e G. Sacerdoti (a cura di), Problemi e tendenze del diritto internazionale dell'economia - Liber amicorum in onore di Paolo Picone, Editoriale Scientifica, 2011 
1015 aprile 2022: UN e Agenda 2030C. Di Turi, Dopo i «Millennium Development Goals»: la cooperazione internazionale allo sviluppo tra ONU, OMC e Unione europea, in Ordine internazionale e diritti umani, 2016, pp. 303-315 
1121 aprile 2022: La sovranità permanente sulle risorse naturali.S. Di Benedetto, Sovranità dello Stato sulle risorse naturali e tutela degli equilibri ecologici nel diritto internazionale generale, Giappichelli, 2018 
12Giornata della Terra e SDG'sM. Montini, L'interazione tra gli SDG's ed il principio dello sviluppo sostenibile per l'attuazione del diritto internazionale dell'ambiente, 8 maggio 2019 

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

Colloquio orale.


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

L'Agenda ONU 2030 sugli Obiettivi di Sviluppo sostenibile.