RELIGIONI ISTITUZIONI POLITICA, UNA LETTURA COMPARATA

Anno accademico 2016/2017 - 2° anno

Obiettivi formativi

  • RELIGIONI E DIMENSIONE GIUSPOLITICA
    Sia per i contenuti, sia sotto il profilo metodologico, entrambi i moduli hanno carattere marcatamente interdisciplinare. Coniugando la dimensione storica ed antropologica con la riflessione giuridica ed innestando entrambe su tematiche di viva attualità, il corso si propone di fornire le conoscenze sostantive e gli strumenti metodologici necessari a cogliere ed analizzare i nessi e le interazioni storiche e strutturali che, in ogni tempo e in ogni società, collegano le religioni con la dimensione giuspolitica e con l’ordine sociale complessivo. L’obiettivo è quello di fornire le coordinate di fondo sulle quali elaborare regole e principi necessari per governare con successo le attuali società multiculturali e multireligiose.

  • RELIGIONI E DIRITTO NELLE SOCIETÀ MULTICULTURALI
    La frammentazione delle discipline in moduli è una rovina per gli studenti e il loro percorso formativo. Gli obiettivi formativi del secondo modulo sono ovviamente gli stessi del modulo precedente.


Contenuti del corso

  • RELIGIONI E DIMENSIONE GIUSPOLITICA
    Analisi antropologico-culturale delle religioni e delle istituzioni giuspolitiche ad esse collegate.

  • RELIGIONI E DIRITTO NELLE SOCIETÀ MULTICULTURALI
    Religioni, culture e diritto del bacino del mediterraneo: ebraismo e islam.

Testi di riferimento

  • RELIGIONI E DIMENSIONE GIUSPOLITICA
    Sergio Ferlito, Le religioni, il giurista e l’antropologo, Rubbettino, 2005.
    Altro materiale didattico integrativo sarà fornito nel corso delle lezioni.

  • RELIGIONI E DIRITTO NELLE SOCIETÀ MULTICULTURALI
    P. Glenn, Tradizioni giuridiche nel mondo, Il Mulino, Bologna, 2011, limitatamente ai capp. I (pp. 23-71), IV (pp. 171-220), VI (pp. 293-375).