PROGRAMMAZIONE E VALUTAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI

Anno accademico 2016/2017 - 1° anno

Obiettivi formativi

  • ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.
    Il modulo è orientato a fornire una conoscenza sociologica delle specifiche caratteristiche delle politiche sociali italiane e al modo in cui si configura il rapporto tra “problemi” e “interventi” sociali.
  • STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.
    Il modulo è orientato a fornire una conoscenza delle specifiche caratteristiche delle politiche sociali italiane e al modo in cui si configura il rapporto tra la raccolta delle informazioni e l’attività di programmazione dei servizi nelle istituzioni del welfare.
  • MODELLI DI PROGRAMMAZIONE NELLE POLITICHE SOCIALI.
    L’obiettivo del modulo è di fornire agli allievi le basi essenziali per poter comprendere la natura dei differenti modelli di programmazione sociale e le differenti prospettive interpretative nella definizione dei programmi pubblici.
  • TEORIE, METODI E TECNICHE DELLA VALUTAZIONE
    L’obiettivo del modulo è di fornire agli allievi le basi essenziali per poter comprendere e distinguere le finalità dei principali approcci valutativi presenti in letteratura, analizzandone le potenzialità ed i limiti di applicazione nell’ambito delle politiche sociali.

Prerequisiti richiesti

  • ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.

    Nozioni di base di sociologia generale, metodologia della ricerca sociale, di diritto pubblico e di analisi delle politiche pubbliche.

  • STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.

    Nozione di base di sociologia generale, di metodologia della ricerca sociale, di diritto pubblico e analisi delle politiche pubbliche.

  • MODELLI DI PROGRAMMAZIONE NELLE POLITICHE SOCIALI.

    Conoscenze sociologiche di base; Nozioni sulle politiche sociali

  • TEORIE, METODI E TECNICHE DELLA VALUTAZIONE

    Conoscenze sociologiche di base; Nozioni sulle politiche sociali


Frequenza lezioni

  • ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.

    Non obbligatoria, come da regolamento

  • STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.

    Non obbligatoria come da regolamento

  • MODELLI DI PROGRAMMAZIONE NELLE POLITICHE SOCIALI.

    Fortemente consigliata per le applicazioni empiriche, per i casi di studio proposti e per poter accedere alla verifiche in itinere

  • TEORIE, METODI E TECNICHE DELLA VALUTAZIONE

    Fortemente consigliata per le applicazioni empiriche, per i casi di studio proposti e per poter accedere alla verifiche in itinere


Contenuti del corso

  • ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.

    Il Corso mira a ricostruire il quadro delle politiche sociali in Italia, l’evoluzione normativa del sistema di interventi in ambito sociale, le trasformazioni più recenti e le attuali caratteristiche del sistema di welfare italiano

  • STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.

    Il corso mira a definire i concetti ed i passaggi metodologici necessari per individuare le decisioni in materia di politica sociale, le catene decisionali all’interno delle organizzazioni di welfare nonché le modalità ed i vincoli che caratterizzano l’attività di programmazione in contesti complessi. In particolare, le attività d’aula si concentreranno su due grandi aree attualmente oggetto di programmazione: 1) la grave marginalità adulta e i processi di esclusione abitativa e 2) la lotta alla povertà e gli strumenti di integrazione del reddito.

  • MODELLI DI PROGRAMMAZIONE NELLE POLITICHE SOCIALI.

    Il terzo modulo introduce i principali modelli di programmazione sociale, evidenziandone i campi di sviluppo e di azione attraverso casi di studio, evidenziando, inoltre, il ruolo dei meccanismi implementativi nell’attuazione di interventi e servizi pubblici.

  • TEORIE, METODI E TECNICHE DELLA VALUTAZIONE

    Il quarto modulo introduce gli allievi ai fondamenti della logica valutativa, alle principali teorie valutative presenti in letteratura con particolare riferimento agli aspetti legati alla valutazione basata sulla teoria del programma. Il Modulo prevede inoltre un approfondimento sui processi, sugli strumenti ed sul ruolo del monitoraggio nei processi di programmazione e valutazione


Testi di riferimento

  • ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.

    Gori C. et al. Il welfare sociale in Italia Carocci, 2014 cap. 1, 2, 3,4 e 5 pp.11-146
    Consoli M.T: “Per un analisi sociologica delle politiche sociali” in Pennisi e Agodi (eds) Il diritto delle burocrazie pp. 35-69 e “L’amministrazione del welfare” in Il diritto al denaro pp. 63-84
    Martelli A. “Le politiche socio-assistenziali in Italia: caratteri. Dinamiche e questioni aperte” pp. 87-101 in Attori e Territori del Welfare di Rizza, Bonvicini (a cura di), FrancoAngeli, 2014

  • STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.

    Autonomie Locali e Servizi Sociali Sezione Monografica La carta Acquisti Sperimentale per la lotta alla povertà, N.3/2015 pp. 347-356 e 469-497;
    Cortese C., Zenarolla A. “Housing first: il contrasto alla grave marginalità e l’accesso alla casa” in Autonomie Locali e Servizi sociali ( in stampa vol.2/2016);
    Consoli M.T. La localizzazione delle politiche sociali. Attività, risultati e strumenti normativi, Bonanno 2009, cap.3 pag.79-105.

    Readings:
    Linee di Indirizzo per il contrasto alla grave emarginazione adulta in Italia Ministero del lavoro e delle Politiche sociali Roma 2016;
    Fondazione Zancan Cittadinanza generativa. La lotta alla povertà Rapporto 2015, Il Mulino 2015;
    Granaglia E. Bolzoni M. Il reddito di base, Ediesse, 2016

  • MODELLI DI PROGRAMMAZIONE NELLE POLITICHE SOCIALI.

    Siza R. (2003) Progettare nel sociale. Regole, metodi e strumenti per una progettazione sostenibile FrancoAngeli, capp. 1 e 2, pp. 19-70
    Busso S. e Negri N. (a cura di) (2012) La programmazione sociale a livello locale, Carocci ed. cap. 2, pp. 51-84
    Mazzeo Rinaldi F., (2012) Il monitoraggio per la valutazione, FrancoAngeli cap. 2 pp 44-66

  • TEORIE, METODI E TECNICHE DELLA VALUTAZIONE

    Stame N., (2016) Valutazione pluralista. Milano, Franco Angeli, pp 23-111.

    Stern E. (2016) La valutazione di impatto. Una guida per committenti e manager preparata per Bond. Milano, Franco Angeli, pp 13-65.

    Mazzeo Rinaldi F., (2012) Il monitoraggio per la valutazione, Franco Angeli, pp 67-115


Programmazione del corso

ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.
 *ArgomentiRiferimenti testi
1*La definizione di Politica SocialeConsoli M.T: “Per un analisi sociologica delle politiche sociali” in Pennisi e Agodi (eds) Il diritto delle burocrazie pp. 35-69 
2*Caratteristiche del sistema di welfare italianoGori C. et al. Il welfare sociale in Italia Carocci, 2014 cap. 1, 2, 3,4 e 5 pp.11-146 
3*La filiera istituzionale dei servizi socialiGori C. et al. Il welfare sociale in Italia Carocci, 2014 cap. 1, 2, 3,4 e 5 pp.11-146 
4 I servizi per la prima infanziaGori C. et al. Il welfare sociale in Italia Carocci, 2014 cap. 1, 2, 3,4 e 5 pp.11-146 
5 Gli interventi per gli anziani non autosufficientiGori C. et al. Il welfare sociale in Italia Carocci, 2014 cap. 1, 2, 3,4 e 5 pp.11-146 
6*Attori e Processi nelle politiche socialiMartelli A. “Le politiche socio-assistenziali in Italia: caratteri. Dinamiche e questioni aperte” pp. 87-101 in Attori e Territori del Welfare di Rizza, Bonvicini (a cura di), FrancoAngeli, 2014 
7 Spesa sociale e politica socialeConsoli M.T: “Per un analisi sociologica delle politiche sociali” in Pennisi e Agodi (eds) Il diritto delle burocrazie pp. 35-69 
8*Analisi sociologica delle politiche sociali Consoli M.T: “Per un analisi sociologica delle politiche sociali” in Pennisi e Agodi (eds) Il diritto delle burocrazie pp. 35-69 
STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.
 *ArgomentiRiferimenti testi
1*La povertà in Italia: misurazione e analisiAutonomie Locali e Servizi Sociali Sezione Monografica La carta Acquisti Sperimentale per la lotta alla povertà, N.3/2015 pp. 347-356 e 469-497 
2 Gli strumenti di integrazione del reddito e la lotta alla povertàAutonomie Locali e Servizi Sociali Sezione Monografica La carta Acquisti Sperimentale per la lotta alla povertà, N.3/2015 pp. 347-356 e 469-497 
3 La sperimentazione del Sostegno di Inclusione attivaAutonomie Locali e Servizi Sociali Sezione Monografica La carta Acquisti Sperimentale per la lotta alla povertà, N.3/2015 pp. 347-356 e 469-497 
4*La grave marginalità adultaCortese C., Zenarolla A. “Housing first: il contrasto alla grave marginalità e l’accesso alla casa” in Autonomie Locali e Servizi sociali ( in stampa vol.2/2016) 
5 La sperimentazione dell'Housing FirstCortese C., Zenarolla A. “Housing first: il contrasto alla grave marginalità e l’accesso alla casa” in Autonomie Locali e Servizi sociali ( in stampa vol.2/2016) 
6*Localizzazione e decisioneConsoli M.T. La localizzazione delle politiche sociali. Attività, risultati e strumenti normativi, Bonanno 2009, cap.3 pag.79-105 
7*Strumenti normativi e programmazione socialeConsoli M.T. La localizzazione delle politiche sociali. Attività, risultati e strumenti normativi, Bonanno 2009, cap.3 pag.79-105 
* Conoscenze minime irrinunciabili per il superamento dell'esame.

N.B. La conoscenza degli argomenti contrassegnati con l'asterisco è condizione necessaria ma non sufficiente per il superamento dell'esame. Rispondere in maniera sufficiente o anche più che sufficiente alle domande su tali argomenti non assicura, pertanto, il superamento dell'esame.

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.

    Gli esami consistono in un test scritto articolato in tre domande (una per ciascun testo del programma) da completare entro max 90 minuti

    Per i frequentanti si prevede l'approfondimento di uno degli argomenti trattati in aula e a conclusione delle lezioni, durante il mese di Gennaio, la presentazione di una breve relazione avente ad oggetto una specifica "politica sociale", le caratteristiche principali, lo stato del dibattito e le attuali prospettive critiche.

  • STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.

    Gli esami consistono in un test scritto articolato in tre domande (una per ciascun testo del programma) da completare entro max 90 minuti

    Per i frequentanti si prevede l'approfondimento di uno degli argomenti trattati in aula e a conclusione delle lezioni, durante il mese di Gennaio, la presentazione di una breve relazione avente ad oggetto una specifica "poltica sociale", le caratteristiche principali, lo stato del dibattito e le attuali prospettive critiche.

  • MODELLI DI PROGRAMMAZIONE NELLE POLITICHE SOCIALI.

    Prova scritta: domande in forma di risposta aperta

  • TEORIE, METODI E TECNICHE DELLA VALUTAZIONE

    Prova scritta: domande in forma di risposta aperta


Prove in itinere

  • ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.

    Riservate ai soli frequentanti

  • STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.

    Riservate ai soli frequentanti

  • MODELLI DI PROGRAMMAZIONE NELLE POLITICHE SOCIALI.

    Prova scritta: domande in forma di risposta multipla e aperta

  • TEORIE, METODI E TECNICHE DELLA VALUTAZIONE

    Prova scritta: domande in forma di risposta multipla e aperta


Prove di fine corso

  • ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.

    Test scritto con 3 domande aperte

  • STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.

    Test scritto con 3 domande aperte

  • MODELLI DI PROGRAMMAZIONE NELLE POLITICHE SOCIALI.

    Prova scritta: domande in forma di risposta multipla e aperta​

  • TEORIE, METODI E TECNICHE DELLA VALUTAZIONE

    Prova scritta: domande in forma di risposta multipla e aperta​


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

  • ANALISI DELLE POLITICHE SOCIALI E PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE.

    Descrivere le caratteristiche delle politiche sociali italiane

    Il sistema di welfare italiano: vincoli e prospettive

    Le principali misure di contasto alla povertà in Italia

    Evoluzione normativa e processi di localizzazione: il ruolo degli Enti Locali

  • STRUMENTI NORMATIVI E STRUTTURE DI DECISIONE.

    Descrivere le caratteristiche del Sostegno all'Inclusione Attiva

    Le principali misure di contasto alla povertà in Italia

    Evoluzione normativa e processi di localizzazione: il ruolo degli Enti Locali

    Housing first: genesi e prospettive di sviluppo

  • MODELLI DI PROGRAMMAZIONE NELLE POLITICHE SOCIALI.

    Domande sui contenuti del programma; I modelli di programmazione; la programmazione sociale locale.

  • TEORIE, METODI E TECNICHE DELLA VALUTAZIONE

    Domande sui contenuti del programma; Le differenze tra glli approcci valutativi; il rapporto tra Monitoraggio e Valutazione