ECONOMIA POLITICA E POLITICHE DEL WELFARE

Anno accademico 2017/2018 - 1° anno

Prerequisiti richiesti

Abilità logico matematiche di base; fondamenti di microeconomia


Frequenza lezioni

Non obbligatoria. Richiesta a coloro i quali volessero sostenere le prove in itinere.


Contenuti del corso

Il corso introduce gli studenti allo studio dei fondamenti dell’economia del benessere, strumentali ai fini della comprensione dei meccanismi soggiacenti all’implementazione dei programmi pubblici. A tal fine tratta la nozione di efficienza paretiana, i teoremi dell’economia del benessere, i fallimenti di mercato e la funzione del benessere sociale. Analizza i principali aspetti dell’intervento pubblico, attraverso la regolamentazione delle attività dei privati ed i programmi di spesa, sia dal punto di vista positivo che normativo.

L'ultima parte del corso è dedicata allo studio del conto economico; Analisi finanziaria ed economica dei progetti; Analisi e dimensione del cash-flow. Costo opportunità del capitale. Formulazione delle alternative di investimento. I costi del progetto. Elementi di matematica finanziaria. Criteri decisionali: il Valore Attuale Netto (VAN); il Tasso di Rendimento Interno; altri criteri di valutazione. Il confronto tra alternative.


Testi di riferimento

Stiglitz J. Economia del settore pubblico, Hoepli, (2004), vol. 1, capp. 1-8; Vol.2, cap. 2; Marcello Falasco, Enrico Guzzini, Strumenti per la valutazione degli investimenti industriali,2009, capp.2,3,4.



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Tutti gli argomenti contemplati nel programmaStiglitz J. Economia del settore pubblico, Hoepli, (2004), vol. 1, capp. 1-8. 

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

Prova scritta comprendente domande aperte.


Prove in itinere

Prova scritta, comprendente domande aperte, la data della prova in itinere verrà concordata con i frequentanti il corso


Prove di fine corso

La prova di fine corso di Economia Politica è una prova scritta, comprendente domande aperte sul modulo "I Programmi di intervento Pubblico", a cui si può partecipare solo se si è superata la prova in itinere sul modulo Politiche del Welfare (Prova in itinere e prova di fine corso, se superate esonerano dall'esame finale).


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

Domanda 1.a

Spiegate quali sono le cause per cui esistono fallimenti di mercato (elenco e spiegazione breve).

Spiegate dettagliatamente il caso del monopolio naturale.

Domanda 1.b

Spiegate quali sono le cause per cui esistono fallimenti di mercato (elenco e spiegazione breve).

Spiegate dettagliatamente il caso dei mercati incompleti.

Domanda 2

Redistribuzione e beni meritori

Domanda 3

Cosa si intende per trade-off tra efficienza e distribuzione.

Descrivete il modello delle scelte sociali tramite l’impiego della curva delle possibili utilità e delle curve di indifferenza sociale .

Domanda 4

Tramite la funzione di utilità e la funzione di utilità marginale spiegate la forma della curva delle possibili utilità.

Illustrate sullo stesso grafico due curve delle possibili utilità indicando qual è quella che si genera quando i trasferimenti sono più costosi.

Domanda 5

Spiegate cosa sono le curve di indifferenza sociale e fornite una rappresentazione grafica di curve di indifferenza sociale sotto diverse ipotesi relative alle preferenze della collettività (utilitarismo; differenti pesi attribuiti all’utilità dei poveri rispetto ai ricchi; à la Rawls)

Domanda 6

Curva di domanda oridnaria e curva di domanda compensata.

Spiegate come si costruisce la curva di domanda compensata.

Domanda 7

Spiegate come si misura l’inefficienza dovuta all’introduzione di un'imposta sulle sigarette di cioccolata.

Anche tramite l’analisi grafica spiegate come si costruisce la curva di domanda individuale di un bene pubblico puro.