SOCIOLOGIA E DECISIONE GIURIDICA

Anno accademico 2016/2017 - 2° anno

Obiettivi formativi

  • CULTURA GIURIDICA E DECISIONI COLLETTIVE
    Approfondire le dimensioni proceduralizzate delle decisioni collettive che si realizzano attraverso norme giuridiche, nel sistema penale e nelle amministrazioni.
  • PROCESSI DI DECISIONE GIURIDICA E SISTEMI DI COMUNICAZIONE SOCIALE
    Il rapporto tra informazioni e decisioni in tipi particolari di procedimento giuridico, in ambito penale ed in ambito amministrativo.

Prerequisiti richiesti

  • CULTURA GIURIDICA E DECISIONI COLLETTIVE

    Nel caso che non si sia già sostenuto un esame di sociologia del diritto è opportuno concordare con il docente letture introduttive al corso

  • PROCESSI DI DECISIONE GIURIDICA E SISTEMI DI COMUNICAZIONE SOCIALE

    Necessario lo studio dei testi suggeriti nel modulo precedente


Frequenza lezioni

  • CULTURA GIURIDICA E DECISIONI COLLETTIVE

    Obbligatoria

  • PROCESSI DI DECISIONE GIURIDICA E SISTEMI DI COMUNICAZIONE SOCIALE

    Obbligatoria


Contenuti del corso

  • CULTURA GIURIDICA E DECISIONI COLLETTIVE

    Verrà presentata la lettura sociologica delle decisioni collettive e della loro istituzionalizzazione attraverso il diritto. Con l'ausilio della teoria dell'azione verrà introdotta una concettualizzazione dei procedimenti giuridici.

  • PROCESSI DI DECISIONE GIURIDICA E SISTEMI DI COMUNICAZIONE SOCIALE

    La seconda parte del corso sarà dedicata alla presentazione ed alla discussione dei materiali di diverse ricerche in corso sui problemi del rapporto tra informazioni e decisioni in tipi particolari di procedimenti giuridici. L'obiettivo di questa seconda parte consiste nel cercare di collegare i temi del corso ai lavori di tesi e di tirocini degli studenti, fornendo loro materiali ed occasioni seminariali di approfondimento su aspetti condivisi del loro lavoro di secondo anno.


Testi di riferimento

  • CULTURA GIURIDICA E DECISIONI COLLETTIVE

    N. Luhmann, Procedimenti giuridici e legittimazione sociale, 1995 Milano Giuffré;
    N. Luhmann, Organizzazione e decisione, 2005, Milano, B. Mondadori, Capp. 7 e 8.
    Luhmann N. (1990), “La positività del diritto come presupposto della società moderna” in La differenziazione del diritto, Bologna, Il Mulino, p.103-146.

  • PROCESSI DI DECISIONE GIURIDICA E SISTEMI DI COMUNICAZIONE SOCIALE

    Per lo studio dei procedimenti delle amministrazioni:
    C. Pennisi, Per una valutazione civile delle pubbliche amministrazioni, Rassegna italiana di valutazione, n. 49, 2007, pp. 9-44
    T. Consoli, F. Mazzeo Rinaldi, C. Pennisi, 2015, Glocal welfare: regulation and family services in Italy, in corso di pubbl.
    Ladeur K.H. [2011], “The Evolution of General Administrative Law and the Emergence of Postmodern Administrative Law” Osgoode CLPE Research Paper No. 16/2011. Available at SSRN: http: // ssrn.com /abstract = 1792062 or http://dx.doi.org/10.2139/ssrn.1792062.

    Per lo studio della sentenza penale:
    C. Pennisi, G. Giura, “Un'analisi empirica della giurisprudenza sulla criminalità organizzata e di tipo mafioso”, Antigone, (2-3), pp.125-162, 2009;
    D. De Felice, G. Giuffrida, G. Giura, V. Verendel, C.G. Zarba, “Information Extraction and Social Network Analysis of Criminal Sentences. A sociological and computational approach”, Informatica e diritto, f. 1, gennaio 2013.
    Giura, Giuseppe, 2015. I delitti di criminalità organizzata in Sicilia. Un’analisi socio-giuridica della giurisprudenza. Milano: Mimesis.
    De Felice, Il sapere specialistico nel Giudizio penale, Milano, Mimesis, 2014.



VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • PROCESSI DI DECISIONE GIURIDICA E SISTEMI DI COMUNICAZIONE SOCIALE

    L'esame consisterà nella presentazione all'aula di un elaborato individuale ed in una sua discussione.


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

  • PROCESSI DI DECISIONE GIURIDICA E SISTEMI DI COMUNICAZIONE SOCIALE

    Gli elaborati oggetto della prova finale dovranno riguardare un'area di questioni (teorie, concetti, ricerche, norme e discipline giuridiche) sollevate nelle lezioni e riferite alle aree di interesse alle quali lo studente sta dedicando il lavoro di tesi, di tirocinio e l'insegnamento a scelta.