SOCIOLOGIA E POLITICHE DEL LAVORO

Anno accademico 2015/2016 - 2° anno

Obiettivi formativi

  • LAVORO E DISEGUAGLIANZA SOCIALE
    L’insegnamento intende fornire agli studenti strumenti teorici e metodologici avanzati per la spiegazione sociologica dei meccanismi di disuguaglianza che operano nel mercato del lavoro italiano, con una particolare attenzione alle disuguaglianze generazionali e ai rischi occupazionali che penalizzano i giovani nella realtà contemporanea. Le conoscenze acquisite potranno essere utilizzate per condurre ricerche sulle disuguaglianze occupazionali e proporre misure efficaci volte a contrastarle.
  • ANALISI COMPARATA DELLE POLITICHE DEL LAVORO
    Si analizzeranno in una prospettiva comparata i principali modelli nazionali di regolazione del lavoro in Europa, con una particolare attenzione agli effetti della Strategia Europea per l’Occupazione. Verrà ricostruita l’evoluzione storica delle politiche del lavoro in Italia dal dopoguerra ad oggi per evidenziarne fattori ed esiti. Le conoscenze acquisitepotranno essere utilizzate per valutare le politiche del lavoro, per operare nei servizi per l’impiego, per orientare le strategie occupazionali delle imprese.

Prerequisiti richiesti

  • LAVORO E DISEGUAGLIANZA SOCIALE

    Una buona fruizione del corso presuppone conoscenze di base di Sociologia generale, Sociologia economica e Sociologia del lavoro. Gli studenti che non avessero acquisito tali conoscenze nel corso degli studi universitari sono invitati a concordare con il docente un programma di studio individualizzato.


Frequenza lezioni

  • LAVORO E DISEGUAGLIANZA SOCIALE

    Non obbligatoria, ma fortemente auspicabile, in ragione del carattere prevalentemente seminariale del corso.


Contenuti del corso

  • LAVORO E DISEGUAGLIANZA SOCIALE

    1.1 Lavoro e disuguaglianze sociali nel dibattito sociologico contemporaneo;

    1.2 Disuguaglianze generazionali e rischi occupazionali: i giovani italiani fra disoccupazione, instabilità del lavoro, overeducation.

  • ANALISI COMPARATA DELLE POLITICHE DEL LAVORO
    2.1 Le politiche di regolazione del lavoro in Europa: modelli nazionali a confronto
    2.2 L’evoluzione storica delle politiche del lavoro in Italia dal dopoguerra ai nostri giorni

Testi di riferimento

  • LAVORO E DISEGUAGLIANZA SOCIALE

    Per 1.1:
    1. C. Saraceno, A. Schizzerotto, Introduzione. Dimensioni della disuguaglianza, in A. Brandolini, C. Saraceno,2.A. Schizzerotto (a cura di), Dimensioni della disuguaglianza in Italia: Povertà, salute, abitazione, Il Mulino, Bologna, 2009, pp 9-19.
    2. G. Ballarino, Disuguaglianza e classi sociali, in G. Ballarino, A. Cobalti, Mobilità sociale, Carocci, Roma, 2003,pp.29- 34.
    3. C. Ranci, Le nuove disuguaglianze in Italia, Il Mulino, Bologna, 2002, pp 23-27;
    4. N. Negri, C. Saraceno, Povertà, disoccupazione ed esclusione sociale, in “Stato e mercato”, n.2, 2000,
    pp. 175-207.
    5. E. Reyneri, F. Pintaldi, Dieci domande su un mercato del lavoro in crisi, Il Mulino, Bologna, 2013, pp. 9-20;
    pp. 41-50;pp.109-130.
    6, A. Cortese, a cura di, Le disuguaglianze sociali, 2013, schede didattiche “Studium”.


    Per 1.2:

    7. E. Reyneri, F. Pintaldi, Dieci domande su un mercato del lavoro in crisi, Il Mulino, Bologna, 2013, pp. 21-39; pp. 59-74; pp. 83-107.

    8. G. Fullin, E. Reyneri, Mezzo secolo di primi lavori dei giovani. Per una storia del mercato del lavoro italiano, in “Stato e Mercato”, n. 105, 2015, pp. 419-467.

    9. G. B. Sgritta, De-generazione: il patto violato, in “Sociologia del lavoro”, n. 136, 2014, pp. 279-294.

    10. A. Cortese, Carriere mobili di giovani istruiti nel Mezzogiorno, in M. Colasanto, E. Zucchetti, a cura di,

    Mobilità e transizioni nei mercati del lavoro locali, Franco Angeli, Milano, 2008, pp. 66-98.

    11.A. Cortese, a cura di, Le disuguaglianze fra generazioni nel dibattitto sociologico contemporaneo, schede

    didattiche “Studium”.

  • ANALISI COMPARATA DELLE POLITICHE DEL LAVORO
    Per 2.1:
    E. Gualmini,R. Rizza, Le politiche del lavoro, Il Mulino, Bologna, 2013, pp. 9-102.
    A. Cortese,a cura di, Le politiche del lavoro. Definizioni, classificazioni, prospettive analitiche, schede
    didattiche, “Studium”;
    A. Cortese,a cura di, La strategia europea per l’occupazione e l’obbiettivo della Flexicurity,schede didattiche,
    “Studium”
    A. Cortese,a cura di, Modelli nazionali di flessicurezza in Europa. 1990-2013, schede didattiche, “Studium”.
    Per 2.2:
    S. Sacchi, P. Vesan, Le politiche del lavoro, in U. Ascoli, a cura di, Il welfare in Italia, Il Mulino, Bologna, 2011,
    pp. 147-172.



VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Prove di fine corso

  • ANALISI COMPARATA DELLE POLITICHE DEL LAVORO

    Colloquio orale di fine corso riservato agli studenti che hanno presentato relazioni di approfondimento dei temi del corso ed hanno frequentato almeno il 70% delle lezioni dell'intero corso di Sociologia e politiche del Lavoro ( 1° e 2° modulo).