TEORIE SOCIOLOGICHE E MODELLI DELLA COMPLESSITA'

Anno accademico 2021/2022 - 1° anno

Modalità di svolgimento dell'insegnamento

  • LE PRINCIPALI TEORIE SOCIOLOGICHE NEL DIBATTITO CONTEMPORANEO

    L'insegnamento sarà impartito in presenza ed è articolato in 6 CFU. Le lezioni sono frontali .Se l'emergenza Covid lo rendesse necessario, le lezioni si svolgeranno a distanza.

  • DALLE TEORIE AI MODELLI: L'ANALISI DELLA COMPLESSITA' SOCIALE

    Il corso è articolato in 6 CFU. Le lezioni sono frontali e si svolgono da Marzo a fine Maggio, il lunedì ed mercoledì dalle 12:00 alle 14:00.Se l'emergenza Covid lo rendesse necessario, le lezioni si svolgeranno a distanza nello stesso periodo con lo stesso orario.


Prerequisiti richiesti

  • LE PRINCIPALI TEORIE SOCIOLOGICHE NEL DIBATTITO CONTEMPORANEO

    Conoscenza del pensiero degli autori 'classici' della sociologia

  • DALLE TEORIE AI MODELLI: L'ANALISI DELLA COMPLESSITA' SOCIALE

    conoscenze sociologiche di base


Frequenza lezioni

  • LE PRINCIPALI TEORIE SOCIOLOGICHE NEL DIBATTITO CONTEMPORANEO

    Facoltativa

  • DALLE TEORIE AI MODELLI: L'ANALISI DELLA COMPLESSITA' SOCIALE

    Consigliata


Contenuti del corso

  • LE PRINCIPALI TEORIE SOCIOLOGICHE NEL DIBATTITO CONTEMPORANEO

    Introduzione alla sociologia contemporanea. Il passaggio dall’età moderna all’età contemporanea. Il processo di individualizzazione. Il processo di globalizzazione. La teoria sociologica di Ulrich Beck e l’interpretazione della modernità. La teoria sociologica di Zygmunt Bauman e l’interpretazione della modernità. Alain Touraine e lo studio dei movimenti sociali. La teoria sociologica di Jurgen Habermas: Oeffentlichkeit e teoria deliberativa. La teoria sociologica di Anthony Giddens e l'interpretazione della modernità. Pierre Bourdieu e l'approccio alla modernità.

  • DALLE TEORIE AI MODELLI: L'ANALISI DELLA COMPLESSITA' SOCIALE

    L’insegnamento concerne il rapporto tra Epistemologia della Complessità e Sociologia. Nello specifico, esso mira a stimolare nello studente una lettura dei processi di mutamento ed innovazione dei sistemi sociali alla luce delle categorie analitiche di un approccio sistemico orientato alla Complessità, da un punto di vista epistemologico, sociologico e metodologico, fornendo criteri di orientamento rispetto alle note critiche maturate su questo tema negli ultimi decenni. Al riguardo, saranno esplicitate le categorie analitiche con cui la Scienza della Complessità ha innovato, rispetto all’approccio scientifico classico, la concettualizzazione dei processi di funzionamento ed evoluzione dei sistemi e delle procedure di intervento, applicando tali strumenti cognitivi all’interpretazione dei sistemi sociali come sistemi complessi ed all’uso funzionale di metodologie improntate alla non linearità, nello specifico le equazioni non lineari a struttura logistica, per lo studio dei processi di mutamento e di innovazione/intervento dei sistemi sociali (analisi della Complessità sociale in ambito politico, organizzativo, e sociologico, per lo studio dei processi di controllo sociale e dei problemi di integrazione sociale nella società moderna individualizzata e globalizzata). Al riguardo, particolare attenzione sarà data al problema della previsionalità sociale, delineandone, alla luce della Complessità, limiti e nuove possibilità. Al termine del corso lo studente avrà acquisito coscienza del nuovo panorama scientifico contemporaneo, caratterizzato da un processo di unificazione delle Scienze, ed avrà maturato competenze teoriche e metodologiche che lo mettono in grado di interpretare e analizzare opportunamente i modi di funzionamento e le dinamiche della società contemporanea nella sua odierna qualificazione di società complessa


Testi di riferimento

  • LE PRINCIPALI TEORIE SOCIOLOGICHE NEL DIBATTITO CONTEMPORANEO

    - Ghisleni M., Privitera W. (a cura di) (2009), Sociologie contemporanee, Utet (tutto il volume)
    - Bettin Lattes G., Raffini L. (a cura di) (2011), Manuale di sociologia, Cedam, 2 voll. (solo i capitoli Modernità, Globalizzazione e Individualizzazione)

  • DALLE TEORIE AI MODELLI: L'ANALISI DELLA COMPLESSITA' SOCIALE

    Bertuglia C., Vaio F., Nonlinearità, caos, complessità. Le dinamiche dei sistemi naturali e sociali, Bollati Boringhieri, Torino, 2003, pp. 261-349.

    Bailey K., Beyond Functionalism:Towards a Nonequilibrium Analysis of Complex Social Systems, British Journal of Sociology, 35, 1984, pp.1-18.

    Horgan J., La fine della scienza, Adelphi, Milano 2015, Cap.8. La fine della Complessità, pp.293-244.

    Condorelli R., Le opposizioni di senso in dissolvenza nella cultura contemporanea. L’evanescenza dell’idea di normalità e la destrutturazione dell’ordine tradizionale, in Aleo S. (a cura di), Codificazione e Decodificazione, Vol. II, Giuffrè Francis Lefebvre, Milano, 2019.

    Condorelli R., Complessità e controllo sociale, Bonanno Editore, Catania, 2007, pp.53-90; pp. 91-124.

    Condorelli, R.,Complex Systems Theory. Some Considerations for Sociology. Open Journal of Applied Sciences, 2016, 6, 422.

    Condorelli R., Social Complexity, Modernity and Suicide: An Assessment of Durkheim’s Suicide from the Perspective of a Non-linear Analysis of Complex Social Systems. SpringerPlus, 2016, 5,374.

    Condorelli, R., Gender Abuse in Intimate Relationships: From Structural Coupling Theory to Emergence of Couple System. Sociology Mind, 7, 2017, 197-256. https://doi.org/10.4236/sm.2017.74013

    Condorelli R. Social Discontinuity and Systems Thinking. Cultural differentiation and social integration in times of globalization, Special Issue di Cambio Journal- RivIsta sulle trasformazioni sociali “Intercepting and Modeling Global Change”, Vol. 10, n.19, 2020, pp. 9-30. doi: 10.13128/cam bio-8487.

     

    Letture consigliate

    De Toni A., Comello L., Prede o ragni? Uomini e organizzazioni nella ragnatela della complessità. Utet, Torino, 2005.

    Prigogine I., La fine delle certezze, Bollati Boringhieri, Torino, edizione 2009

    Bocchi H., Ceruti M., La sfida della complessità, Bruno Mondadori, Milanio, 2007, pp.1-19; pp.155-169, pp. 170-183.Mitleton-Kelly E., Complex Systems and Evolutionary Perspectives on Organisations: The Application of Complexity Theory to Organisations, Elsevier, London, Cap 2., 2003.


Programmazione del corso

DALLE TEORIE AI MODELLI: L'ANALISI DELLA COMPLESSITA' SOCIALE
 ArgomentiRiferimenti testi
1La complessità come paradigma epistemologico. Dalla scienza classica alla scienza della complessità.Testo 1, 4, 6 
2Sistemi complessi: le strutture dissipative. Prigogine.Caratteri distintivi dei sistemi complessi e caotici: Auto-organizzazione, non-linearità, irreversibilità, riduzionismo ed olismo, micro e macro relazione sistemicaTesto 1,4,6 Materiale didattico distribuito durante la lezione  
3Caratteri distintivi dei sistemi complessi e caotici: emergenza, imprevedibilità, differenziazione e connessione, edge of the caos, autopoiesi e chiusura operativaTesto 1,4,6 Materiale didattico distribuito durante la lezione 
4Teoria dei Sistemi Dissipativi, Teoria dei Sistemi Complessi Adattivi, Teoria dell'Autopoiesi, Teoria della SinergeticaTesto 1, 4, 6 Materiale didattico distribuito durante la lezione 
5I sistemi sociali come strutture dissipative o sistemi complessi adattivi. Analisi del non-equilibrio dei sistemi sociali complessi: Bailey. Teoria dell’entropia sociale e le critiche a Parsons. Testo 4,2 
6Luhmann, Realismo critico e post-vitalismo.Implicazione della teoria della complessità e del caos sulla previsionalità sociale. Alcuni rilievi critici all’approccio epistemologico della complessitàTesto 4, 9 
7Morin. Il pensiero complesso. Sistemi naturali e sociali come sistemi in auto-organizzazione permanente generata dal rumore.La complessità nello studio delle organizzazioni.Testo 4 e 1 
8Metafore della società. società dell’ordine (metafora dell’orologio); società in equilibrio omeostatico (macchina cibernetica); società complessa (macchina non banale, unitas multiplex, sepents in the sand).Testo 1 e 4 
9Complessità, incertezza, imprevedibilità, Rilievi critici all’approccio epistemologico della complessità: La previsionalità sociale tra limiti e nuove possibilità Testo 3 
10Come si studia la complessità. Equazioni differenziali non-lineari vs lineari. Elementi di matematica di baseTesto 1 e 5 
11La modellizzazione matematica dei processi sociali dal lineare al non-lineare. Equazioni differenziali ed equazioni integrali lineari: Il modello lineare semplice, il modello esponenziale di MalthusTesto 5 
12Equazioni differenziali ed equazioni integrali non-lineari. Aggiustamenti teorici e formali del modello esponenziale di Malthus: l’equazione logistica.Testo 5 e 7 
13Analisi matematica dell’equazione logistica differenziale e integrale. Struttura matematica e caratteri dell’andamento dinamico del modelloTesto 5 e 7 
14Il modello di interdipendenza competitiva non-lineare e le sue applicazioni nelle scienze sociali (processi di competizione economica, processi di competizione internazionale e di competizione elettorale)Testo 5 
15Il modello di interdipendenza competitiva non-lineare e le sue applicazioni nelle scienze sociali:complessità e controllo socialeTesto 5 
16Analisi nonlineare del suicidio come fenomeno collettivo: modello cubico a struttura logistica. Testo 7 
17Complessità ed intimità nelle società moderneTesto 8 
18Complessità ed integrazione sociale in tempi di globalizzazione Testo 9 

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • LE PRINCIPALI TEORIE SOCIOLOGICHE NEL DIBATTITO CONTEMPORANEO

    Discussione sul pensiero degli autori trattati, con particolare riguardo alle dinamiche della modernità.

  • DALLE TEORIE AI MODELLI: L'ANALISI DELLA COMPLESSITA' SOCIALE

    L'esame sarà svolto con una modalità di valutazione basata su una prova orale. Le domande verteranno su tutti gli argomenti trattati durante il corso d’insegnamento. Per la valutazione dell’esame si terrà conto della padronanza dei contenuti e delle competenze acquisite nonché della capacità argomentativa dimostrata dal candidato. Lo studene è tenuto a prenotarsi online fino a 5 giorni prima della data dell'appello. L'assenza di prenotazioni pone i docenti nella condizione di ritenere l'appello non partecipato e, di conseguenza, superato l'obbligo di presenza.


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

  • LE PRINCIPALI TEORIE SOCIOLOGICHE NEL DIBATTITO CONTEMPORANEO

    Collocazione storica dell'autore e legami con altre scuole o con altri studiosi

    Metti in evidenza le differenze tra le interpretazioni della modernità tra due autori

    Evidenzia le dimensioni della globalizzazione

    Metti in relazione individualismo ed individualizzazione

  • DALLE TEORIE AI MODELLI: L'ANALISI DELLA COMPLESSITA' SOCIALE

    1 Teoria generale dei sistemi: scienza classica e nuovo paradigma epistemologico della complessità, caratteri distintivi ed elementi di differenziazione

    2. Teoria delle strutture dissipative, Teoria dei sistemi complessi adattivi,Teoria dei sistemi autopoietici: caratteri fondamentali.

    2 Sistemi complessi: auto-organizzazione, emergenza, sorpresa ed imprevedibilità, riduzionosmo ed olismo.

    3. La struttura delle relazioni sistemiche nel paradigma della complessità

    4. La società come sistema complesso.

    5. Sistemi sociali complessi: implicazioni della Teoria della complessità in Sociologia (il rapporto micro-macro, il concetto di equilibrio sistemico e di mutamento sociale, realismo sociologico e complessità).

    5. Al di là del funzionalismo: la prospettiva critica di Bailey nella cornice della teoria dell’entropia sociale

    6. Da Parson a Luhmann: sistemi sociali ed autopoiesi

    7. Le implicazioni della prospettiva teoretica della complessità in riferimento alla previsionalità sociale

    8. La complessità nella teoria delle organizzazioni

    9. Come si studia la complessità: strumenti nonlineari ed esemplificazioni

    9. Modelli non-lineari e lineari a confronto

    10. Il modello logistico e le sue implicazioni per lo studio dei processi sociali

    11. Modelli di interdipendenza non-lineare e relative esemplificazioni

    12. Modelli nonlineari nello studio dei processi di volatility elettorale

    13. Modelli di interdipendenza competitiva nonlineare: il rapporto tra noncompliance e coercion

    14. Rilievi critici al paradigma epistemologico della Complessità