Requisiti e modalità di ammissione - L36

Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio equipollente conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dal Consiglio di corso di studio. 
È richiesto, altresì, il possesso o l’acquisizione di una preparazione di base adeguata alle caratteristiche formative del Corso. 
L’immatricolazione al Corso di laurea ha luogo sulla base della graduatoria dei candidati, compilata secondo l’ordine derivante dal voto ottenuto in sede di esame di scuola secondaria superiore. 
Ai fini della formazione della graduatoria, nel caso di pari merito, prevale il candidato anagraficamente più giovane (DM 28 giugno 2017 n. 477 art. 10 comma 8). 
Al fine di garantire la possibilità di frequenza sulla base della disponibilità di aule e laboratori, nonché di consentire lo svolgimento dei tirocini obbligatori, possono essere ammessi al Corso un numero di studenti pari al numero massimo consentito dai Decreti Ministeriali ed Interministeriali con i quali sono state ridefinite, ai sensi del decreto n. 270/2004, le classi dei corsi di laurea e dei corsi di laurea magistrale. 
Gli immatricolati devono dimostrare di possedere un’adeguata preparazione di base, con particolare riferimento alle seguenti abilità o competenze: 
- Competenze logico-linguistiche 
- Abilità logico-matematiche 
- Nozioni fondamentali di storia moderna e contemporanea 
- Conoscenza di base di almeno una delle seguenti lingue: inglese, francese, spagnolo, tedesco. 

VERIFICA DELLE COMPETENZE DI BASE
Gli immatricolati dovranno superare una prova di verifica effettuata con un test, composto da 60 quesiti a risposta multipla così articolato: 
● 15 quesiti di padronanza della lingua italiana (comprensione ed analisi di un testo) 
● 15 quesiti di conoscenze storiche 
● 15 quesiti di abilità logico-matematiche 
● 15 quesiti di competenze in una delle seguenti lingue: inglese, francese, spagnolo, tedesco. 
Per ciascuna area di competenze il test ha una durata massima di 30 minuti, e una durata complessiva massima di 120 minuti. 
Il possesso delle conoscenze adeguate per la prosecuzione degli studi sarà dimostrato dal superamento della prova di verifica con un punteggio minimo di 7 punti per ciascuna delle aree. 
Il punteggio va calcolato in base al numero di risposte esatte, errate o non date, secondo le seguenti attribuzioni: 
● Per ogni risposta corretta: 1 punto. 
● Per ogni risposta non data: 0 punti. 
● Per ogni risposta errata: - 0,25 punti. 

ESONERO DALLE PROVE DI VERIFICA DELLE COMPETENZE DI BASE
Il possesso delle competenze di base è dato per acquisito nelle seguenti ipotesi:
A) lo studente ha conseguito il diploma di scuola secondaria o titolo equipollente con una votazione pari o superiore a quella definita annualmente nel Bando di ammissione del Corso; 
B) lo studente è già in possesso di titolo di studio di livello universitario (lauree triennali, magistrali, specialistiche); 
C) lo studente, precedentemente iscritto ad altro Corso di laurea, ha già acquisito almeno 18 CFU. 
Possono, altresì, essere esonerati dalle prove relative ad una o più aree gli studenti in possesso di una delle seguenti certificazioni: 
1. per l’area di competenze “conoscenze di base di lingua straniera”, certificazioni rilasciate da istituzioni abilitate che attestino il raggiungimento del Livello A/2 (iniziale/di base). Sono ammesse solo certificazioni rilasciate da uno degli Enti certificatori formalmente riconosciuti ed inseriti nell’apposito elenco istituito presso la DG Affari Internazionali del MIUR (ai sensi degli artt.1 e 2 del Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca 7/03/2012 (prot. n.0003889). 
2. per le aree di competenza “Competenze logico-linguistiche” e “Abilità logico-matematiche”, certificazioni comprovanti il superamento di test di ingresso agli studi universitari erogati dal CISIA (TOLC) o dall’Università degli Studi di Catania (MAT – ITA, test di accesso a Corsi di altri Dipartimenti). 

OBBLIGHI FORMATIVI AGGIUNTIVI
Gli studenti che non abbiano superato i test di verifica del possesso delle adeguate conoscenze di base dovranno colmare uno o più obblighi formativi aggiuntivi (OFA), con riferimento alle aree per le quali è stata verificata la carenza dei requisiti conoscitivi minimi.
Gli Obblighi Formativi Aggiuntivi devono essere assolti tramite il superamento di un nuovo test, con le medesime caratteristiche previste per la prova di verifica iniziale.
Gli Obblighi Formativi Aggiuntivi devono essere assolti prima dell’apertura della sessione estiva di esami, secondo un calendario specifico di prove fissato dal Consiglio di Corso, comprendente, comunque, almeno una prova di verifica prima dell’inizio della sessione anticipata di febbraio e una prova di verifica prima dell’inizio della sessione estiva.
Gli studenti non possono sostenere esami di profitto senza avere soddisfatto tutti gli OFA assegnati nella verifica delle competenze di base.
Lo studente che non abbia colmato tutti gli OFA entro il primo anno accademico verrà iscritto al primo anno come studente a tempo parziale per l’anno accademico successivo, salvo diverse disposizioni normative.
Al fine di agevolare l’assolvimento degli OFA, il Dipartimento di Scienze politiche e sociali organizza apposite attività di supporto.