SCIENZA DELL'AMMINISTRAZIONE E TEORIA DELLE ORGANIZZAZIONI

Anno accademico 2015/2016 - 2° anno

Obiettivi formativi

  • APPROCCI, METODI E CONCETTI DI SCIENZA DELL'AMMINISTRAZIONE
    L’obiettivo del primo modulo è quello di definire gli elementi dello “Statuto” della disciplina: oggetto, metodo e finalità. L’impianto teorico generale, comunque, fa riferimento alla prospettiva organizzativa che considera le pubbliche amministrazioni come specie diverse dell’unico genus costituito dall’universo delle organizzazioni complesse. Una lettura del fenomeno amministrativo, questa, che implica la “revisione” del vecchio paradigma bipolare che asserisce la netta separazione tra Stato e Mercato. L’approdo quasi naturale a questa definizione è costituito, poi, dall’approccio sistemico concepito come terreno di confronto e di dialogo tra le diverse prospettive di studio, ed occasione di integrazione e di reciproco arricchimento dei tanti contributi scientifici disponibili oggi sul tema.
  • ANALISI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
    All’interno dello schema teorico generale che considera le pubbliche amministrazioni come specie diverse dell’unico genus costituito dall’universo delle organizzazioni complesse, l’obiettivo del secondo modulo è quello di approfondire alcune delle tante e differenti prospettive utilizzate oggi per l’analisi delle pubbliche amministrazioni. La loro varietà muove da lontano: dalle grandi “famiglie” o aree scientifico-disciplinari che da oltre un secolo occupano la scena degli studi sul fenomeno amministrativo. La loro “storia” è quella dei loro paradigmi scientifici e culturali, in un rapporto di intima coerenza hanno caratterizzato la moderna Scienza dell’amministrazione e le specificità nei differenti contesti nazionali.
  • TEORIA DELLE ORGANIZZAZIONI COMPLESSE
    Rispetto ai tradizionali modelli di analisi organizzativa, centrati sulle caratteristiche delle burocrazie pubbliche – ed al fine di cogliere appieno le specificità dei sistemi organizzativi particolarmente complessi come quelli pubblici – nel terzo modulo viene proposta una lettura delle pubbliche amministrazioni come sistemi “tendenzialmente” a legame debole o forte a seconda delle specifiche peculiarità. Il tentativo è quello di approfondire e le caratteristiche, strutturali e comportamentali, dei sistemi organizzativi e le relative logiche di azione delle amministrazioni pubbliche e private.

Contenuti del corso

  • APPROCCI, METODI E CONCETTI DI SCIENZA DELL'AMMINISTRAZIONE
    Le pubbliche amministrazioni come species del genus «organizzazione complessa» - Le pubbliche amministrazioni e le tappe del processo evolutivo dello Stato - Alla ricerca della tipicità delle pubbliche amministrazioni: fattori organizzativi e metafore dell’organizzazione - La Scienza dell’amministrazione come disciplina «al plurale» - Quale approccio per una «disciplina al plurale»: l’«approccio sistemico».
  • ANALISI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
    Il pluralismo delle prospettive in Scienza dell’amministrazione - La prospettiva della «policy analysis»: politiche pubbliche e policy making - La prospettiva della «policy analysis»: il ciclo di vita delle politiche - La prospettiva «organizzativa»: la dimensione strutturale e ambientale - La prospettiva «organizzativa»: la dimensione della soggettività e della razionalità - La prospettiva «burocratica»: Max Weber e l’analisi della burocrazia nel mondo moderno - La prospettiva «burocratica» dopo Max Weber.
  • TEORIA DELLE ORGANIZZAZIONI COMPLESSE
    Le caratteristiche strutturali e le caratteristiche comportamentali dei sistemi a legame debole – La governance – Implicazioni e Prospettive nell’analisi delle organizzazioni complesse

Testi di riferimento

  • APPROCCI, METODI E CONCETTI DI SCIENZA DELL'AMMINISTRAZIONE
    R. D’Amico, a cura di, L’analisi della pubblica amministrazione. Teorie, concetti e metodi, Vol. 1, La Pubblica amministrazione e la sua scienza, Milano, Franco Angeli, 2006.
  • ANALISI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
    R. D’Amico, a cura di, L’analisi della pubblica amministrazione. Teorie, concetti e metodi, Vol. 2, Prospettive di analisi per le pubbliche amministrazioni, Milano, Franco Angeli, 2007.
  • TEORIA DELLE ORGANIZZAZIONI COMPLESSE
    S. Zan, Le organizzazioni complesse. Logiche d’azione dei sistemi a legame debole, Roma, Carocci editore, 2011.