ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO

Anno accademico 2016/2017 - 1° anno

Obiettivi formativi

  • LE FONTI
    Il corso di Istituzioni?di diritto pubblico mira a fornire allo studente adeguate conoscenze sul?sistema costituzionale italiano, tramite lo studio di un testo di riferimento?ed una monografia di approfondimento su tematiche inerenti i diritti?fondamentali.
    Il primo modulo, tramite lo studio delle fonti, della loro collocazione nel sistema gerarchico e degli strumenti di interpretazione delle stesse, mira a mettere lo studente in condizione di poter affrontare lo studio dei successivi moduli.
    Ulteriore obiettivo è quello di fornire le conoscenze necessarie alla individuazione dei caratteri distintivi di un ordinamento giuridico del quale si metteranno in luce le caratteristiche essenziali.
    Il corso inizierà con la descrizione del?nostro sistema costituzionale: partendo dalla Carta Costituzionale si descriveranno gli organi costituzionali, la loro funzione e il loro funzionamento.




  • L'ORDINAMENTO E LE FUNZIONI DELLA REPUBBLICA
    Il secondo modulo mira a fornire le conoscenze di base del nostro sistema costituzionale attraverso lo studio degli articoli della Costituzione.
  • LA GIUSTIZIA E I DIRITTI FONDAMENTALI

    Il corso di Istituzioni di diritto pubblico mira a fornire allo studente adeguate conoscenze sul sistema costituzionale italiano, tramite lo studio di un testo di riferimento ed una monografia di approfondimento su tematiche inerenti i diritti fondamentali.


Prerequisiti richiesti

  • LA GIUSTIZIA E I DIRITTI FONDAMENTALI

    nessuno


Frequenza lezioni

  • LA GIUSTIZIA E I DIRITTI FONDAMENTALI

    non obbligatoria


Contenuti del corso

  • LE FONTI

    Il programma del primo modulo prevede lo studio delle fonti del diritto, sia quelle prodotte all’interno del nostro ordinamento giuridico, sia dei quelle sovranazionali con specifico riferimento a quelle prodotte all’interno dell’Unione europea. Particolare attenzione sarà dedicata alla Carta Costituzionale e ai suoi elementi caratterizzanti. Sarà descritto il sistema gerarchico delle fonti; saranno esaminate le nozioni di Costituzione rigida e flessibile e di revisione costituzionale. Si esamineranno i diversi criteri di interpretazione delle norme e i criteri di risoluzione delle antinomie tra le stesse. Si passerà quindi allo studio del rapporto tra comunità e diritto e alla descrizione dei caratteri distintivi di un ordinamento giuridico, analizzando le nozioni di forme di stato e forme di governo.

  • L'ORDINAMENTO E LE FUNZIONI DELLA REPUBBLICA

    Si inizierà con lo studio dettagliato degli organi costituzionali: Parlamento, Governo, Presidente della Repubblica, Corte?Costituzionale. Se ne descriveranno i caratteri, i procedimenti di formazione,?le funzioni, i principi da cui sono retti, i rapporti tra gli stessi. Particolarmente importante è lo studio della giustizia costituzionale. Altro argomento a cui sarà dedicata attenzione è la Magistratura: i principi costituzionali che riguardano e governano l’azione dei magistrati (art. 101 e ss. Cost.). Particolare attenzione sarà dedicata al principio di indipendenza della Magistratura e agli strumenti previsti per la sua attuazione, alle Autorità amministrative indipendenti e in particolare all'ANAC.

  • LA GIUSTIZIA E I DIRITTI FONDAMENTALI

    Il programma verte sull’esame dei diritti fondamentali, sia di quelli tradizionali espressamente previsti dalla Costituzione italiana agli artt. 13 ss., sia di quelli di nuova generazione, non previsti espressamente dal testo costituzionale ma impliciti in varie norme e soprattutto sottointesi dall’art. 2 Cost. In connessione con lo studio delle previsioni costituzionali relative ai diritti l’attenzione sarà portata sulle Carte di tutela dei diritti, quali la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, la Cedu, la Carta di Nizza ecc. Sarà preso in esame il dibattito che attiene alla loro tutela, ai danni che produce la loro lesione – soprattutto il c.d. danno esistenziale – i giudici che sono competenti a giudicare in merito alle lesioni e alle possibili forme di risarcimento. Si procederà, inoltre, alla ricostruzione storica della nascita dell’Unione Europea. Si esamineranno i caratteri dell’ordinamento europeo e i rapporti tra diritto euro-unitario e diritto interno. Si metteranno in luce le differenze di funzione e di ambito di operatività della C.G.C.E. e della C.E.D.U.


Testi di riferimento

  • LE FONTI

    Testi di riferimento

    Parte generale:

    I. Nicotra, Diritto pubblico e costituzionale, Giappichelli, Torino edizione 2013;

    oppure, in alternativa

    R. Bin- G. Pitruzzella, Diritto costituzionale, Giappichelli, Torino ult. Ed

    Parte speciale:

    AA.VV., L'Autorità Nazionale Anticorruzione: tra funzione di prevenzione e attività regolatoria, a cura di I. Nicotra, Giappichelli, Torino 2016.

    Codici:

    È necessaria la conoscenza dei testi normativi di riferimento raccolti in: I. Nicotra - G. Belfiore, Leggi del diritto pubblico e costituzionale, Torre, Catania, 2012.

  • L'ORDINAMENTO E LE FUNZIONI DELLA REPUBBLICA

    Testi di riferimento

    Parte generale:

    I. Nicotra, Diritto pubblico e costituzionale, Giappichelli, Torino edizione 2013;

    oppure, in alternativa

    R. Bin- G. Pitruzzella, Diritto costituzionale, Giappichelli, Torino ult. Ed

    Parte speciale:

    AA.VV., L'Autorità Nazionale Anticorruzione: tra funzione di prevenzione e attività regolatoria, a cura di I. Nicotra, Giappichelli, Torino 2016.

    Codici:

    È necessaria la conoscenza dei testi normativi di riferimento raccolti in: I. Nicotra - G. Belfiore, Leggi del diritto pubblico e costituzionale, Torre, Catania, 2012.

  • LA GIUSTIZIA E I DIRITTI FONDAMENTALI

    I. Nicotra, Diritto pubblico e costituzionale, Giappichelli, Torino edizione 2013;

    oppure, in alternativa

    R. Bin- G. Pitruzzella, Diritto costituzionale, Giappichelli, Torino ult. Ed


Programmazione del corso

LA GIUSTIZIA E I DIRITTI FONDAMENTALI
 *ArgomentiRiferimenti testi
1*diritti fordamentali 
2 libertà 
3  Cedu  
4  Carta di Nizza  
* Conoscenze minime irrinunciabili per il superamento dell'esame.

N.B. La conoscenza degli argomenti contrassegnati con l'asterisco è condizione necessaria ma non sufficiente per il superamento dell'esame. Rispondere in maniera sufficiente o anche più che sufficiente alle domande su tali argomenti non assicura, pertanto, il superamento dell'esame.

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • LE FONTI

    Esame orale

  • L'ORDINAMENTO E LE FUNZIONI DELLA REPUBBLICA

    Esclusivamente esame orale

  • LA GIUSTIZIA E I DIRITTI FONDAMENTALI

    esame orale


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

  • LE FONTI

    Il concetto di ordinamento giuridico

    Il procedimento di formazione della legge

    i regolamenti governativi

    La formazione del Governo

    il CSM

    Le funzioni della Corte costituzionale

  • L'ORDINAMENTO E LE FUNZIONI DELLA REPUBBLICA

    Il concetto di ordinamento giuridico

    Il procedimento di formazione della legge

    i regolamenti governativi

    La formazione del Governo

    il CSM

    Le funzioni della Corte costituzionale