L'INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA

Anno accademico 2019/2020 - 2° anno - Curriculum Percorso - Istituzioni e servizi pubblici

Modalità di svolgimento dell'insegnamento

L'insegnamento sarà svolto attraverso delle lezioni frontali, durante le quali verranno presentati ed approfonditi gli argomenti inseriti nel programma.


Prerequisiti richiesti

Non si richiedono prerequisiti specifici, se non quelli associati al possesso di una buona preparazione nelle tematiche riguardanti le varie fasi di ridefinizione del welfare e delle politiche socio-assistenziali in Italia.


Frequenza lezioni

La frequenza alle lezioni non è obbligatoria, secondo quanto previsto dal Regolamento didattico. Tuttavia, la si raccomanda per gli approfondimenti che potrà garantire.


Contenuti del corso

I contenuti del corso di Integrazione sociosanitaria sono stati programmati tenendo conto di quanto rilevante sia il coordinamento tra interventi di natura sanitaria e interventi di natura sociale, sulla base di progetti assistenziali personalizzati. Particolare cura è stata posta nel rendere operativemente tangibile il raccordo tra politiche sociali e politiche sanitarie, nella consapevolezza che ciò possa consentire di dare risposte unitarie all’interno di percorsi assistenziali sempre più integrati, con il coinvolgimento e la valorizzazione di ampie competenze e risorse professionali, istituzionali e non, presenti sul territorio. Tenendo quindi in considerazione la profilatura del Corso di laurea magistrale (LM87) all'interno del quale tale insegnamento sarà impartito, con particolare riferimento al ruolo e alle funzioni che nell’ambito di tale processo integrativo vengono ad assumere il sociologo e l’assistente sociale, gli argomenti previsti nel programma di insegnamento saranno: Le ridefinizioni del welfar e della scansione binaria salute-malattia; salute, malattia e relazioni sociali; i nuovi scenari dell'assistenza bio-psico-sociale; la definizione, i principi e il quadro normativo di riferimento dell'integrazione sociosanitaria; l'analisi e la progettazione, gli attori e i livelli di tale processo integrativo; l’integrazione (livello) istituzionale; gli accordi di programma, la conferenza dei servizi e le convenzioni; l’integrazione (livello) gestionale; la delega; il distretto socio-sanitario; la rilevanza del sistema informativo; il ruolo dei protocolli di intesa; il livello professionale dell'integrazione; il lavoro di équipe; il case management; l’integrazione socio-sanitaria in alcune aree di intervento esemplificative.


Testi di riferimento

Testo 1: Bissolo G. Fazzi L., Costruire l'integrazione sociosanitaria, Carocci, 2012.

Testo 2: Pawson R. et al. “Realist Review--a New Method of Systematic Review Designed for Complex Policy Interventions.” Journal of Health Services Research & Policy, 10, Suppl 1, pp. 21–34, 2005.



Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1La crisi di sostenibilità del Welfare;Testo 1 
2Le transizioni correlate a tale crisi;Testo 1 
3La transizione demografica, la transizione epidemiologica, la transizione socio-economica;Testo 1 
4L’esigenza di integrare l’assistenza sanitaria: oltre la frammentazione e la disomogeneità del welfare;Testo 1 
5L’integrazione socio-sanitaria come nuovo paradigma;Testo 2 
6I termini chiave: prevenzione, cura e riabilitazione;Testo 1 
7I termini chiave: integrazione, continuità e coordinamento;Testo 1 
8Nuovi scenari dell’assistenza nel tempo e nello spazio;Testo 1 
9La ridefinizione degli obiettivi dell’assistenza sanitaria;Testo 1 
10L’organizzazione dei nuovi percorsi assistenziali;Testo 1 
11From cure to care: dalla guarigione alla qualità della vita;Testo 1 
12Visioni della frammentazione; Gli attori istituzionali: Stato, Regioni, Enti locali, Aziende sanitarie;Testo 1 
13Visioni della frammentazione; Le fonti di finanziamento: I produttori di servizi; I gruppi di pressione;Testo 1 
14Integrazione socio-sanitaria e reti sociali;Testo 1 
15Integrazione socio-sanitaria e malattia cronico-degenerativa;Testo 1 
16I caratteri dei social complex interventions: integrazione socio-sanitaria e complessità sistemica.Testo 2 

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’esame consisterà in una prova scritta, con domande aperte. Per rispondere ai quesiti lo studente avrà a disposizione max 120 min. Ovvero, con N = numero di domande poste, condizione necessaria, ma non sufficiente, per superare l’esame sarà quella di rispondere a N-1 domande. Naturalmente, il punteggio massimo della valutazione (30/30) sarà acquisito soltanto rispettando il requisito necessario, ma non sufficiente, di rispondere alla totalità dei quesiti. Gli esiti della prova (numero di matricola dello studente e votazione) saranno inseriti nella piattaforma Studium (sezione Documenti) nel più breve tempo possibile, e comunque garantendo il margine di tempo di una settimana dall'inizio dell'appello successivo. Entro 3 (tre) giorni dalla pubblicazione, lo studente dovrà comunicare al titolare dell'insegnamento, attraverso un canale ad ingresso certificato (PEC, Portale UNICT, ecc.) la sua eventuale decisione di ritirarsi dalla prova. Trascorso tale termine l'esame sarà registrato nel verbale elettronico.


Esempi di domande e/o esercizi frequenti

Cambiamenti nei pattern del supporto assistenziale informale;

Evoluzione della medicina e progresso tecnologico;

Le tipologie dell'integrazione sociosanitaria;

Le dimensioni dell'assistenza sanitaria;

Il governo dell’offerta del sistema integrato dei servizi;

L'impatto dei fattori sulle tre tipologie di integrazione;

Le scelte della programmazione nazionale sull’integrazione sociosanitaria e sulla cronicità;

Gli atti della programmazione integrata sociale e sanitaria.